Ultime news

VERSO LA B. BARLETTA-NOCERINA 1-2: i molossi soffrono ma portano a casa i 3 punti

Barletta – Nocerina 1-2

Barletta (4-3-3): Di Masi; Galeoto, Lucioni, Miano, Frezza; Guerri (42’ pt Carbonaro), Zappacosta (48’ st Margiotta), Rajcic (20’ st Geroni); Bellomo, Innocenti, Rana. A disp.: Gabrieli, Ischia, Lorusso, D’Allocco. All. Di Bitonto (Sciannimanico Sq.)

Nocerina (3-4-3): Gori; Nigro, De Franco, Di Maio; Scalise, De Liguori, Bruno, Bolzan (13’ st Pomante); Catania, Castaldo (16’ st Marsili), Negro (48’ st Petrilli). A disp.: Amabile, Servi, Galizia, Cavallaro. All. Auteri.

Arbitro: Mariani di Aprilia.

Marcatori: 20’ pt Castaldo (N), 8’ st De Liguori (N), 26’ st Geroni (B)

Note: Spettatori 3500 circa di cui 700 dalle due Nocera. Espulso: 32’ pt De Franco (N); allontanato dalla panchina al 30’ st il dirigente Pitino (B). Ammoniti: Nigro, De Franco, Catania, Bolzan, Gori (N). Rec.: 2’ pt; 4’ st.

In dieci per quasi un’ora la Nocerina strappa il successo nell’infuocata sfida del Putilli di Barletta: doppio vantaggio dei molossi, con le reti di Castaldo e De Liguori, e brividi nel finale per il tentativo di rimonta dei padroni di casa, che accorciano ma non riescono a trovare il pari. Tutto come previsto in casa rossonera: consueto 3-4-3 per il tecnico Gaetano Auteri con Bruno che torna in mezzo al campo a far coppia con De Liguori in cabina di regia; il Barletta risponde con uno spregiudicato modulo a tre punte: in campo dal primo minuto i tre nuovi innesti di questa settimana, Zappacosta, Innocenti e l’ex di turno, Rana.

Primo tempo ricco di emozioni, nonostante un inizio lento nel quale il Barletta appare più intraprendente. Ma dopo la classica fase di studio la formazione rossonera inizia a macinare gioco ed alla prima occasione vera si porta in vantaggio: lancio in profondità di Bruno, uscita approssimativa di De Masi e tocco a scavalcare il portiere di Castaldo; il pallone sembra diretto fuori ma lo stesso Castaldo interviene nuovamente e deposita in rete. La Nocerina sembra padrona del campo e spreca almeno altre due occasioni; prima è un salvataggio sulla linea a frenare Castaldo, poi un doppio intervento di De Masi a disinnescare un’azione a cui partecipa tutto il tridente rossonero. Ma l’imprevisto è dietro l’angolo ed alla mezz’ora la Nocerina perde De Franco, espulso per doppia ammonizione dal fiscale Mariani; la formazione di Auteri accusa il colpo ed il Barletta si rende pericoloso un paio di volte dalle parti di Gori con iniziative di Bellomo. Il tecnico rossonero, però, ridisegna prontamente la squadra, passando ad una sorta di 4-3-2; la Nocerina ritrova i giusti autonomismi e sfiora addirittura il raddoppio con Castaldo che non sfrutta a dovere un liscio di Lucioni, sparando su Di Masi in uscita.

Avvio di ripresa su ritmi forsennati; il Barletta ha subito l’occasione per pareggiare ma Rana, su assist di Bellomo, calcia fuori a porta vuota. Sul ribaltamento di fronte la Nocerina punisce i padroni di casa: l’ennesimo svarione di Lucioni consente a Castaldo di involarsi nella metà campo biancorossa; assist per Catania che vede libero al centro De Liguori che appoggia con facilità il pallone in rete. Il Barletta ha il merito di non arrendersi e riapre la partita ad un quarto d’ora dal termine: il nuovo entrato Geroni, con una rasoiata dal limite su errato disimpegno della difesa molossa, sorprende Gori riporta i biancorossi in linea di galleggiamento. Il finale del Barletta è arrembante; una conclusione dell’ex Rana mette i brividi a Gori, mentre dall’altra parte Marsili spreca il colpo vincente sparando a lato una comoda conclusione. A due dal termine del recupero il Putilli esplode per la deviazione vincente di Margiotta, ma la rete è annullata per fuorigioco; è l’ultima emozione: la Nocerina tiene bene e porta a casa tre punti fondamentali per allungare in vetta alla classifica.

Filippo Attianese, Cronache del Mezzogiorno 23-01-2011

Back to top button