Ultime news

VERSO LA B. NOCERINA-TERNANA 1-0: un guizzo di Negro regala i tre punti ai molossi

Nocerina – Ternana 1-0

Nocerina (3-4-3): Gori; Pomante, De Franco, Di Maio; Scalise, Bruno, De Liguori, Bolzan; Catania (44’ st Nigro), Castaldo (41’ st Petrilli), Negro (37’ st Cavallaro). A disp.: Amabile, Marsili, Ripa, Galizia. All. Auteri.

Ternana (4-1-4-1): Visi; Grieco (39’ st Alessandro), Borghetti, Giubilato, Piva; Arrigoni; Nolè, Nitride, Perney (14’ st Sinigaglia), Tavares (24’ st Noviello); Tozzi Borsoi. A disp.: Cunzi, Camillini, Fusciello, Della Penna. All.: Giordano.

Arbitro: Bellotti di Verona.

Marcatore: 8’ pt Negro (N).

Note: Spettatori 7000 circa. Ammoniti: De Liguori (N), Piva (T), Giubilato (T), Perney (T).Angoli: 11-7 per la Nocerina. Rec.: 1’ pt ; 4’ st.

 

Ventunesimo risultato utile consecutivo, diciottesima vittoria in campionato, sedici punti di vantaggio sulla più diretta inseguitrice: i numeri sintetizzano meglio di qualunque aggettivo la cavalcata della Nocerina che anche contro la Ternana, pur soffrendo più del solito, conquista i tre punti, compiendo un ulteriore passo verso l’approdo in cadetteria. Tutto come previsto in casa rossonera: Nigro resta in panchina, con Pomante titolare nel pacchetto difensivo; per il resto Auteri schiera il consueto 3-4-3, senza variare nulla rispetto alla sfida di Cosenza. Giordano schiera la Ternana con un coperto modulo ad una punta; Arrigoni funge da schermo davanti alla difesa mentre Tavares e Nolé, con le loro scorribande sulle corsie esterne, provano ad innescare Tozzi Borsoi.

L’avvio di gara è su ritmi veloci e dopo otto minuti arriva già l’episodio che decide il match: contatto sospetto tra Di Maio e Nolé in area rossonera; il signor Bellotti lascia proseguire e sulla ripartenza la Nocerina, con qualche giocatore umbro che addirittura si attarda a protestare, va in vantaggio: Bruno indovina il tracciante perfetto per Castaldo che trova l’opposizione di Visi in uscita; sul pallone si avventa Negro che prima spara su Borghetti, appostato sulla linea, e poi, al secondo tentativo, insacca nella porta sguarnita. Schiuma rabbia la Ternana che protesta a lungo prima di riprendere il gioco; i rossoverdi, però, non perdono la testa e collezionano due palle gol interessanti: prima Tozzi Borsoi sfiora l’incrocio con una conclusione dalla distanza e poi Tavares, dopo uno scambio stretto con Nitride, impegna severamente Gori. Dall’altra parte Catania scuote la traversa con un tiro potente che avrebbe meritato miglior sorte. Nel finale della prima frazione un angolo maligno di Nitride chiama ancora l’estremo difensore rossonero agli straordinari; sulla ribattuta Tavares trova il corpo di Bruno a sbarrargli la via del gol.

Nella ripresa il ritmo cala sensibilmente: Giordano pesca dalla panchina Sinigaglia e Noviello per alzare il baricentro della sua squadra ma le migliori occasioni sono ancora per i padroni di casa. Castaldo per due volte va vicino alla marcatura: al nono il suo rasoterra è debole; due minuti dopo la botta di prima intenzione, su assist di Catania, finisce di poco alta. A metà frazione Catania va via con eleganza a Piva e mette al centro per De Liguori; conclusione di prima intenzione a Visi battuto ma Giubilato si oppone col corpo sventando la minaccia. Nel finale di match, però, la Ternana sfiora il pari: conclusione velenosa dalla lunga distanza di Tozzi Borsoi e volo spettacolare di Gori che con la mano di richiamo smanaccia il pallone in angolo. È l’ultima emozione del match: la Nocerina supera anche l’ostacolo Ternana e fa altri tre passi verso la Serie B.

Filippo Attianese, Cronache del Mezzogiorno 21-03-2011

Back to top button