Ultime news

VERSO LA B. PISA-NOCERINA 1-1: una magia di Castaldo regala un punto ai molossi

Pisa – Nocerina 1-1

Marcatori: 43’ pt Gimmelli (P), 30’ st Castaldo (N).

Pisa (3-5-2): Lanni; Gimmelli, Cossu, Bizzotto; Favasulli, Obodo, Reccolani (28’ st Ton), Scampini (20 ‘st Caleri), Ilari; Carparelli, Cerone (20’ st Miani). A disp.: Pugliesi, Audel, Gagliardi, Saline. All. Cuoghi.

Nocerina (3-4-3): Gori; Servi, De Franco, Filosa (25’ st Catania); Sardo, De Liguori, Marsili (11’st Scalise), Bolzan; Galizia, Castaldo, Cavallaro (33’ Pomante). A disp.: Amabile, Riccio, Lettieri, Pepe. All. Auteri.

Arbitro: Merlino di Udine.

Note: Spettatori 5300 di cui 2350 abbonati e 450 da Nocera. Osservato un minuto di raccoglimento per la morte del senatore Cossiga. Ammoniti: Lanni, Bizzotto (P), De Franco, Sardo, Servi (N). Angoli: 4-3. Recupero: 3’ pt; ‘ st

 

Si apre con un pareggio l’era Auteri: all’Arena Garibaldi di Pisa i molossi vanno in svantaggio nel primo tempo ma nella ripresa cambiano passo e recuperano grazie ad un gran gol di Castaldo. Novità dell’ultima ora in casa rossonera: il tecnico rossonero lascia in panchina Scalise, preferendogli Sardo. Assenti Bruno, Nigro e Negro; resta in panchina anche Pomante, ultimo innesto difensivo di mercato. Il tecnico siciliano vara il consueto 3-4-3 con Galizia e Cavallaro esterni e Castaldo punta avanzata. Il Pisa di mister Cuoghi deve rinunciare ad Amoroso ed Anania e si schiera con un 3-5-2 di stampo difensivo; in avanti la punta centrale Carparelli è sostenuta da trequartista Cerone. Centrocampo folto con Reccolani in cabina di regia ed Obodo e Scampini a fargli da scudieri.

Si gioca in una bolgia ma le due squadre hanno un approccio timoroso alla gara: il Pisa prova a fare la partita, rendendosi pericoloso soprattutto sulle palle inattive, la Nocerina agisce in contropiede. Al quarto d’ora Galizia prova la conclusione da fuori: il pallone finisce a lato. In contropiede i molossi rischiano sempre di far male: Marsili serve Cavallaro che fa da sponda per Castaldo; la conclusione del bomber finisce di un soffio alta. La difesa rossonera corre un brivido al 24’: su punizione di Carparelli dalla trequarti Favasulli si ritrova solo davanti a Gori ma spara alto. Ancora Pisa pericoloso alla mezz’ora: conclusione dalla distanza di Ilari, Gori ci mette i pugni. Risposta immediata della Nocerina: arresto e tiro di Galizia dalla lunga distanza, palla diretta all’incrocio, miracolo di Lanni. Nel finale di primo tempo il Pisa accelera: Carparelli spaventa Gori con una conclusione rasoterra che lambise il palo. Al 43’ su azione d’angolo arriva il vantaggio dei padroni di casa: Carparelli batte dalla destra, uscita poco felice di Gori e colpo di testa di Gimmelli che insacca.

Nessun cambio ad inizio ripresa; è ancora un angolo di Carparelli che mette in difficoltà Gori che riesce a bloccare la sfera proprio sulla linea di porta. Il copione della partita cambia: è la Nocerina a cercare di far gioco, chiudendo i padroni di casa nella propria metà campo; il Pisa non rinuncia però a colpire con rapide azioni di contropiede. Auteri tenta il tutto per tutto togliendo il centrale Filosa ed inserendo l’attaccante Catania; il Pisa però approfitta dell’ennesimo sbandamento della difesa molossa e con Carparelli sfiora il gol: Gori è miracoloso sulla deviazione ravvicinata del bomber pisano. Alla mezz’ora arriva il meritato pari dei molossi: Sardo va al cross dalla destra, Castaldo stoppa di petto ed in girata piazza il pallone all’incrocio firmando un eurogol e facendo esplodere la curva rossonera. Nel finale brivido da calcio piazzato: Obodo incorna in rete ma l’arbitro annulla per fuorigioco. È l’ultima emozione: dopo quattro minuti di recupero la gara si chiude con un giusto pareggio.

Filippo Attianese, Cronache del  Mezzogiorno 23-08-2010

Back to top button