Ultime news

VERSO LA B. TERNANA-NOCERINA 0-3: molossi irresistibili, umbri al tappeto

Ternana – Nocerina 0-3

Ternana (4-2-3-1): Visi; Bizzarri, Borghetti, Giubilato (1’ st Ricca), Imburgia; Arrigoni, D’Antoni; Concas, Noviello (13’ st Alessandro), Nolè (22’ st Vailatti); Tozzi Borsoi. A disp.: Cunzi, Procida, Frusciello, Nitride. All. Orsi.

Nocerina (3-4-3): Gori; Di Maio, De Franco (29’ st Pomante), Filosa; Scalise, De Liguori, Bruno, Bolzan; Negro, Castaldo (35’ st Nigro), Catania (23’ st Galizia). A disp.: Amabile, Servi, Pomante, Marsili, Nigro, Galizia, Cavallaro. All. Auteri.

Marcatori: 7’ pt Catania (N), 19’ st Catania (N), 40’ st Filosa (N).

Arbitro: Ros di Pordenone.

Note: Spettatori 1000 circa di cui 400 da Nocera Inferiore. Ammoniti: Arrigoni, Borghetti, Ricca (T), Bolzan (N).

 

Terni – Vittoria e primato per la Nocerina che supera la Ternana, centra il quarto successo consecutivo in campionato e vola solitaria in vetta alla classifica. La sfida del Libero Liberati di Terni amplifica le ambizioni dei molossi, belli e cinici, e certifica la crisi degli umbri, mai veramente in partita. In casa Nocerina l’unico assente è Sardo; molossi schierati al solito col 3-4-3: in difesa Filosa è ancora una volta preferito a Pomante. Si rivede in panchina capitan Cavallaro. La Ternana deve rinunciare a De Bellis, Quandomatteo, Artistico e Balestrieri; c’è Giubilato, in campo con un bendaggio al polso sinistro. Orsi schiera i suoi con il 4-2-3-1: alle spalle dell’unica punta Tozzi Borsoi agiscono Concas, Noviello e Nolè.

Parte subito col piede pigiato sull’acceleratore la Nocerina, intenzionata a non farsi schiacciare dai padroni di casa; sono i molossi a far la partita fin dai primi minuti ed a raccogliere subito i frutti della partenza bruciante. Bolzan va via sulla sinistra e mette palla al centro; la difesa della Ternana pasticcia e Catania è il più lesto di tutti ad approfittare della situazione, mandando il pallone alle spalle di Visi. La Nocerina si affida soprattutto al gran lavoro sulle corsie laterali di Scalise e Bolzan, che appoggiano con continuità la manovra offensiva; la Ternana, in netta difficoltà, punta sui calci piazzati per provare a pungere: su angolo di Noviello il colpo di testa di Giubilato è fuori. L’ennesima sgroppata di Scalise concede un’altra palla gol a Catania: il tiro dell’attaccante molosso costringe Visi alla spettacolare deviazione in angolo. Dall’altra parte del campo è Gori, nel finale di tempo, a disinnescare una conclusione ravvicinata di Noviello, favorito da un maldestro intervento di De Franco.

Il primo quarto d’ora della ripresa è tutto di marca ternana; il pericolo maggiore arriva al 3’: apertura di Arrigoni che pesca Noviello solo in area di rigore; colpo di testa del fantasista rossoverde che incoccia la traversa, graziando Gori. È solo un lampo, perché la Nocerina riprende presto in mano la partita e poco dopo il quarto d’ora trova il raddoppio: Negro fa ammattire Imburgia per poi servire palla nello spazio all’accorrente Bolzan; cross di prima intenzione del laterale sinistro molosso per Catania che con un preciso destro al volo realizza la sua seconda doppietta consecutiva. Il secondo gol è una mazzata per la Ternana che reagisce solo con una conclusione dalla lunga distanza di Alessandro che accarezza il palo e termina sul fondo; intanto la Nocerina, che aveva da poco inserito Galizia per Catania, perde De Franco per infortunio: a sostituirlo è Pomante. Nel finale la Ternana molla la presa e la Nocerina cala il tris: angolo corto di Negro, tocco centrale di Galizia ed intervento di prima intenzione di Filosa che insacca alle spalle di Visi.

 

Filippo Attianese, Cronache del Mezzogiorno 25-10-2010

Back to top button