Ultime news

VERSO LA B. VIAREGGIO-NOCERINA 0-1: Pomante firma il terzo successo di fila in trasferta

Viareggio – Nocerina 0-1

Marcatori: 13’ pt Pomante (N).

Viareggio (4-4-2): Pinsoglio; Brighenti, Massoni, De Paola, Bertolucci (25’ pt Malacarne); Cristiani (26’ st D’Onofrio), Castiglia, Cosentini (11’ st Visone), Taormina; Marolda, Bocalon. A disp.: Merlano, Martina, Calamai, D’Antoni. All.: Scienza.

Nocerina (3-4-3): Gori; Nigro, Pomante, Di Maio; Scalise, Bruno, De Liguori, Bolzan; Cavallaro (35’ st Petrilli), Castaldo (43’ st Marsili), Negro (27’ st Ripa). A disp.: Amabile, Servi, Galizia, Marsili, Carrieri. All. Auteri.

Arbitro: Saia di Palermo.

Note: Spettatori 1500 circa di cui 600 dalle due Nocera. Ammoniti: Cristiani, Brighenti (V), Di Maio, Scalise (N). Angoli: 5-11. Rec.: 1’ pt ; 4’ st.

 

Un colpo di testa Pomante regala alla Nocerina il terzo successo esterno consecutivo allo Stadio dei Pini di Viareggio: molossi bravi a sfruttare una delle rare occasioni concesse da un coriaceo Viareggio ed a conquistare tre punti in una gara complicata dalla grinta degli avversari e da un terreno di gioco in condizioni non ottimali. Novità in attacco rispetto alle attese: restano in panchina Petrilli e Galizia; in campo dal primo minuto c’è Cavallaro che indossa anche la fascia da capitano. Tutto come previsto in difesa: è Pomante a sostituire lo squalificato De Franco. Nel Viareggio mancano Pizza, squalificato, e Fiale, infortunato; Scienza sceglie il consueto 4-4-2 con Bocalon, recuperato in extremis, a far coppia in attacco con Marolda.

La gara parte su ritmi molto bassi: nei primi minuti di gioco le due squadre si controllano cercando il varco giusto per affondare; la Nocerina non si scopre ma alla prima occasione colpisce su palla da fermo: angolo velenoso di Bolzan, movimento perfetto di Pomante che elude il marcatore ed impatta di testa insaccando alle spalle di Pinsoglio. Il Viareggio accusa il colpo ma la squadra di Scienza prova a reagire a metà tempo: conclusione dal limite di Cristiani con palla di poco alta sulla traversa; intanto il tecnico toscano è costretto ad operare il primo cambio inserendo Malacarne per l’infortunato Bertolucci. I padroni di casa provano a guadagnare campo ma nel finale di tempo la migliore occasione è per la Nocerina: Cavallaro non sfrutta al meglio un’uscita difettosa di Pinsoglio mancando la conclusione da posizione favorevole; è l’ultima emozione della prima frazione che si chiude col meritato vantaggio rossonero.

La ripresa si apre con in campo gli stessi undici della prima frazione; non cambia neanche il copione del match: Nocerina che appare in controllo, Viareggio che cerca l’occasione giusta per sorprendere la capolista. Sono sempre i molossi a rendersi più pericolosi: al quarto d’ora Scalise va via sulla corsia destra e mette palla al centro per Castaldo; stop e tiro al volo di prima intenzione con pallone che finisce alto; poco dopo, su consueto angolo di Bolzan, Pomante di testa sfiora il bis. L’occasione migliore capita però ancora sui piedi di Cavallaro: perfetto il lancio di Di Maio, rivedibile la conclusione dell’esterno rossonero che spara alto da posizione davvero invitante. Entrano Ripa, che va immediatamente vicino al gol di testa su angolo di Bolzan, e Petrilli; fuori Negro e Cavallaro. Nel finale Auteri da spazio anche a Marsili per Castaldo, passando al 4-4-2; Scienza risponde con gli inserimenti di Visone e D’Onofrio per aumentare il potenziale offensivo. La Nocerina tiene bene e nel concitato finale non concede occasioni ai padroni di casa, sfiorando anzi a più riprese il raddoppio: ma la rete di Pomante basta a certificare la fuga in attesa della risposta odierna dell’Atletico Roma.

Filippo Attianese, Cronache del Mezzogiorno 07-02-2011

Back to top button