Ultime news

VERSO LA B. NOCERINA-FOLIGNO 3-1: festa rossonera al San Francesco

Nocerina – Foligno 3-1

Nocerina (3-4-3): Gori; Pomante (1’ st Carrieri), De Franco, Servi; Nigro, De Liguori, Marsili, Bolzan; Petrilli (37’ st Castaldo), Galizia, Cavallaro (24’ st Ripa). A disp.: Chinchio, Pepe, Sardo, De Martino. All. Cassia (Auteri squalificato)

Foligno (4-4-2): Rossini; Iacoponi, Cusaro, Giovannini, Bassoli; Sciaudone, Castellazzi (47’ st La Mantia), Papa (6’ st Falcinelli), Coresi (28’ st Fondi); Moro, Cavagna. A disp.: Zandrini, Gregori, Merli Sala, Menchinella. All.: Pagliari.

Marcatori: 43’ pt Cavallaro su rig. (N), 7’ st Coresi su rig. (F), 37’ st Servi (N), 49’ st Galizia.

Note: Spettatori 8000 circa. Espulso: al 40’ st Cavagna per fallo da tergo. Ammoniti: Marsili, Galizia, Carrieri (N), Giovannini, Cusaro (F). Angoli: 9-5 per la Nocerina. Rec.: 1’ pt ; 4’ st.

 

Festa doveva essere e festa è stata: la Nocerina batte il Foligno al San Francesco e celebra la promozione con un successo. Auteri, squalificato, cambia molto rispetto alla sfida dello Zaccheria: fuori Scalise, Di Maio, Bruno, Catania, Castaldo e Negro; sei undicesimi della formazione che ha conquistato la B.

La partenza è tutta rossonera: la Nocerina da l’impressione di non dannarsi l’anima ma, quasi per inerzia, sciorina una manovra fluida e piacevole; il Foligno appare intimidito al cospetto della capolista. Il più in palla è Petrilli che con un paio di conclusioni dal limite prova ad impensierire Rossini; dall’altra parte gli umbri si fanno vedere solo su calci piazzati. L’episodio che sblocca il match arriva nel finale di primo tempo: Giovannini stende Galizia pronto a calciare a rete ed Aureliano assegna il penalty; Galizia e Cavallaro si contendono la battuta ma alla fine è il capitano a piazzare il pallone sul dischetto ed a freddare Rossini.

La ripresa si apre su ritmi non elevati ma il Foligno riesce subito a raddrizzare il match: generoso il penalty concesso da Aureliano per un tocco di mano in barriera di Galizia su punizione di Coresi; da dischetto lo stesso Coresi sigla il pari. Ma la Nocerina non è in vena di regali e riprende in mano il match, con maggior verve rispetto alla prima frazione. La gara si sblocca su calcio d’angolo; la difesa umbra lascia libero Servi che insacca di testa il preciso cross di Bolzan. Gli ospiti perdono la testa, ne fa le spese Cavagna: rosso diretto per intervento assurdo ai danni di Nigro. Nel finale gli umbri tentano l’assalto disperato; i molossi in contropiede chiudono i conti con Galizia, che sfrutta al meglio l’assist di Marsili superando con un preciso diagonale Rossini.

Filippo Attianese, Cronache del Mezzogiorno 03-05-2011

Back to top button