Ultime news

LE PAGELLE. Scibilia è imprendibile, giornata no per Amabile

AMABILE 5 Si fa sorprendere due volte dal temibile attacco degli ospiti. Nella prima è fortunato. Nella seconda subisce la rete che fa fuori la sua squadra.

MOZZILLO 6 Cerca di far sentire la sua presenza, a volte ci riesce bene, altre meno.

FONZINO 6 Di fronte ha Vanin, ma non mostra timore reverenziale. Attento nei disimpegni e si fa sentire anche in fase di manovra. Nella ripresa va qualche volta in confusione.

CUOMO 6,5 Si rende autore di una gara gagliarda. Ci mette anche il fisico, quando ci vuole.

CRISCUOLO 6,5 Appare preciso e sicuro.

DE LIGUORI 6 Mette in mostra qualche distrazione di troppo dovuta a una condizione fisica che non gli permette di essere ancora quello di una volta.

VITOLO 6 Appare troppo spesso eccessivamente insicuro, cercando di sbarazzarsi della palla invece di tentare di costruire.

DI PIETRO 6,5 La linea mediana ospite lo costringe agli straordinari e lui ce la mette tutta. Cerca anche il gol, ma è frettoloso e sfortunato.

SCIBILIA 7 Quando parte sulla fascia è imprendibile. Trova anche il gol che riapre il discorso qualificazione. Cala nella ripresa, come tutta la squadra

CAROTENUTO 7,5 Suo l’assist per il vantaggio di Scibilia. Suo il gran gol su punizione che illude i molossi. Un infortunio lo costringe a lasciare la sfida troppo presto.

MAJELLA 5 Ha sui piedi la palla dell’uno a zero e si fa ipnotizzare da Russo. Il resto della sua prestazione è impalpabile.

SUBENTRATI

MARCUCCI 6 Fa sentire il suo peso in attacco e torna indietro a difendere. Il solito giocatore a tutto campo.

FERRENTINO 5,5 Non riesce a dare alle fasce rossonere il cambio di marcia che serviva.

LORDI SV Entra in campo per sostituire Cuomo e deve arrangiarsi a coprire la parte centrale della difesa.

MISTER SCOTTO 6,5 L’approccio alla partita della sua squadra è quello giusto. I molossi mettono alla corda l’avversario, si portano in vantaggio di due gol e amministrano il risultato giocando anche contro un fastidiosissimo vento. Gli infortuni che indirizzano le sostituzioni e i legni della porta di Russo e qualche disattenzione di troppo, privano i nocerini di una qualificazione che poteva essere meritata.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it

Back to top button