Ultime news

CASTEL SAN GIORGIO – CITTA’ DI NOCERA 0-1: Cacace regala il successo ai molossi

CASTEL SAN GIORGIO – CITTA’ DI NOCERA 0-1
Rete: 29’st Cacace (CN)
CASTEL SAN GIORGIO (4-4-2): Cesarano; Ricupito, Starita, Trotta, Pedone (33’st Trapanese); Palumbo (9’st Piacente), Squitieri, Ferrara, Lucarelli; Desiderio, Capuano (20’st Nocerino). A disp. Sellitto, Palumbo, Cerino, Abbadessa. All. Del Sorbo.
CITTA’ DI NOCERA (4-4-2): Amabile; Mozzillo, Cuomo, Cacace, Fonzino (20’st Del Gaudio); Genovese (36’st Vitolo), Lettieri, De Liguori, Scibilia; Majella (16’st Marcucci), Carotenuto. A disp. Sorriso, Criscuolo, Lordi, Iuliano. All. Esposito.
Arbitro: Rinaldi di Messina. Assistenti: Russo di Napoli e D’Ambrosio di Torre Annunziata.

Ammoniti: Desiderio (CSG), Lettieri (CN)
Angoli: 3-6
Recupero: 2’pt, 5’st
Note: Pomeriggio ventoso. Partita disputata a porte chiuse. Terreno di gioco sintetico.
Vittoria di misura per il Città di Nocera, che allo stadio Sessa di Castel San Giorgio supera i rossoneri di Raffaele Del Sorbo al termine di una gara che ha offerto poche emozioni e grazie ad un colpo di testa di Cacace ad un quarto d’ora dalla fine. Esposito, rispetto a domenica scorsa, propone le novità Genovese e Lettieri per Vitolo e Di Pietro. Majella parte dall’inizio al posto di Marcucci. Rientra Cuomo che riprende il suo posto nel cuore della difesa. Castel San Giorgio senza gli squalificati Porzio, Giordano e Villacaro. In campo il nocerino Gennaro Ferrara e gli ex Nocerina Palumbo e Pedone, mentre vanno in panchina gli ex juniores rossoneri Abbadessa e Nocerino. L’inizio è di studio ed il primo tiro è di marca rossonera di casa con uno spunto di Lucarelli all’8′ concluso con un destro a giro che termina lontanissimo dalla porta di Amabile. Analoga sorte per il pallonetto tentato dalla lunghissima distanza da Capuano al minuto 19. Il Città di Nocera è contratto e non riesce a rendersi pericoloso dalle parti del portiere di casa Cesarano, mentre Fonzino al 20′ è costretto a lasciare spazio a Del Gaudio per un problema al flessore. Al 26′ i molossi reclamano rigore per fallo su Scibilia in area, l’arbitro non è d’accordo e sulla prosecuzione Genovese spara a lato da ottima posizione. Quattro minuti dopo Carotenuto, servito da Lettieri, ci prova da quaranta metri senza inquadrare lo specchio della porta. Una ghiotta occasione la spreca in chiusura Genovese il quale, chiudendo un triangolo con Majella, conclude debolmente tra le braccia di Cesarano da ottima posizione e mandando agli archivi un primo tempo decisamente deludente da parte degli uomini di Esposito.

Ad inizio ripresa il Città di Nocera sembra entrare in campo con maggiore convinzione, ma la cosa non si traduce subito in occasioni rilevanti. L’unico sussulto arriva al 7′ quando prima Majella e poi Carotenuto non riescono ad agganciare nei pressi dell’area piccola un invitante assist di Scibilia. Del Sorbo inserisce Piacente per Palumbo ed Esposito risponde nove minuti dopo con Marcucci per uno spento Majella, ma di emozioni neanche l’ombra con il Città di Nocera che mantiene uno sterile possesso palla, affacciandosi quasi mai dalle parti di Cesarano. Bisogna giungere fino al 29′ quando arriva la rete che decide la partita: angolo di Carotenuto, Cesarano esce a vuoto e Cacace di testa e in controtempo deposita in rete, senza che nessuno riesca ad intervenire nei pressi della linea di porta. Due minuti dopo potrebbe arrivare il raddoppio con Carotenuto che, capitalizzando un’azione corale, conclude a lato da ottima posizione. Al 33′ per il Castel San Giorgio ci prova Nocerino in rovesciata su angolo di Ferrara, ma la sfera finisce fuori. Al 42′ Scibilia, servito da Carotenuto nello spazio, spreca una facile occasione a tu per tu con Cesarano. I padroni di casa si rivedono al 2′ di recupero con una conclusione di Lucarelli che termina altissima; mentre Carotenuto un minuto dopo impegna Cesarano con Scibilia che è in fuorigioco sulla successiva ribattuta. Non c’è più tempo per fare altro, il Città di Nocera porta a casa altri tre punti, attendendo progressi anche nel gioco.

Salvatore Alfano, ForzaNocerina.it

Back to top button