Ultime news

CHIANCONE: “Con la Turris, gara proibitiva. Gruppo in crescita”

Alla vigilia della partita fra Turris e Nocerina tocca a Roberto Chiancone fare il punto della situazione in casa Nocerina a poche ore dal primo impegno ufficiale della nuova stagione.

Il primo pensiero del Direttore Tecnico dei molossi va a Mario Facco,  che di Chiancone è stato l’allenatore ai tempi della Salernitana: “E pensare che all’inizio non avevamo un rapporto idilliaco – ricorda – perché lui aveva maggiore attenzione nei confronti dei più giovani a dispetto degli anziani del gruppo.  Un rapporto che poi con il passare dei giorni è sfociato in rispetto e stima reciproca. Ci siamo visti l’ultima volta in occasione di un Nocerina-Marcianise di qualche tempo fa. Lo ricorderò con affetto”.

La Nocerina intanto domani, dopo le traversie degli ultimi tempi, si appresta a giocare la sua prima gara ufficiale della stagione: “Quando le risorse scarseggiano bisogna puntare molto sullo spirito di squadra e devo dire che sono contento del lavoro svolto finora. Stiamo formando un grande gruppo. Siamo partiti in ritardo e questo ci ha portato anche a commettere degli errori di valutazione. L’importante però è di non mortificare chi non riesce ad adattarsi al nostro tipo di modulo, alle nostre idee, lasciandolo semplicemente libero di andare altrove. La rosa sarà completata. Manca un ’99 a centrocampo e per questo abbiamo fatto tornare Branchi e siamo sulle tracce di Cardone della Paganese, un ragazzo di cui si parla un gran bene. Siamo alla ricerca anche di un portiere, sempre classe ’99, e non è da escludere che possano esserci novità già in settimana”. Sul primo impegno stagionale, Chiancone non ha dubbi: ”Sappiamo che domani andremo ad affrontare una corazzata, costruita per vincere il campionato, cercheremo di fare il meglio possibile. Siamo imballati fisicamente, abbiamo poco più di un’ora di partita nelle gambe ma da parte dei ragazzi c’è tanta voglia di fare bene. Io e Viscido gli abbiamo chiesto di giocare di più da squadra rispetto a quanto visto durante l’amichevole di giovedì con la Scafatese. Quello che ci interessa in questo momento, molto di più rispetto ai singoli, e che venga fuori un’identità di gruppo”.

A proposito del rapporto con il neo tecnico dei molossi Chiancone ci tiene anche a chiarire il suo ruolo: “Sono il direttore tecnico di questa Nocerina. Un na figura che ritengo importantissima, che deve curare ogni aspetto della gestione sportiva, allenamenti compresi. Supervisiono il lavoro di Viscido con il quale collaboro ormai da tanti anni. I molossi quest’anno possono contare su uno staff dalle grosse qualità tecniche e morali. Oltre all’allenatore, che mi auguro possa avere un futuro con soddisfazioni all’altezza della sua preparazione,  c’è Mimmo Torre, il massaggiatore e il nuovo magazziniere. Ma, ribadisco per l’ennesima volta che c’è bisogno dell’aiuto di tutti, a partire dai tifosi. Sarà un anno difficile, le difficoltà non mancheranno ma se facciamo fronte comune abbiamo le capacità e la forza per superarle”.

A chiudere un commento sui gironi del prossimo torneo di Serie D: “La presenza di Bari e Avellino in serie D paradossalmente abbassa il livello medio del campionato. Mi spiego meglio – conclude Chiancone –  qualche squadra che aveva costruito un organico competitivo ma non di livello assoluto, con la presenza di queste due formazioni così importanti magari abbandoneranno ogni velleità di vittoria finale, lasciando magari partire qualche calciatore economicamente oneroso e ciò potrebbe favorire chi, come noi, deve puntare alla salvezza”.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it (foto Eduardo Fiumara)

Back to top button