Ultime news

SI SALVI CHI PUO’: Di Costanzo paga per tutti, ora tocca a Cavallaro

Pochi giri di lancette, sono bastati alla società rossonera, per dare prima il benservito a Cuono Di Costanzo e poco dopo annunciare il suo sostituto, che udite udite, come anticipato, è Giovanni Cavallaro, che sarà “accompagnato” in questa nuova avventura dall’ex mediano rossonero Marcello Esposito. La dimostrazione evidente, che come già scritto dopo la gara di Sorrento, l’ombra del dell’ex fantasista, veleggiava da giorni nello spogliatoio rossonero ed al primo passo falso si è mostrata a tutti in maniera evidente.

SEDOTTO E ABBANDONATO. L’ex tecnico rossonero, Nello Di Costanzo, dopo aver ceduto alle lusinghe estive, del patron del club di via Barbarulo, ed aver accettato un campionato di sacrificio e transizione, è stato liquidato nella prima curva del tragitto che portava verso la salvezza. Obiettivo, quantomeno, alla portata e considerando il materiale a sua disposizione, non scontato, per una evidente carenza tecnica strutturale. La salvezza quella che in comunione d’intenti, tra società e tecnico, è stata indicata, nella presentazione della stagione in corso, come traguardo da raggiungere, senza creare dannose aspettative, dopo che si era passati dal leitmotiv, di fine primavera scorsa, che palleggiava il club rossonero tra un molto probabile ripescaggio ad un sicuro campionato di vertice.

LE RESPONSABILITA’ DELL’EX TECNICO. Un’analisi superficiale del presente, potrebbe far pensare, che il tecnico romano, abbia pagato la differenza di intenti con la proprietà, palesata dopo la vittoria contro la Gelbison, allorquando il presidente rossonero, dichiarò di non voler sentir parlare di salvezza, mentre negli stessi minuti, Di Costanzo ricordava a tutti, che la permaneza in quarta serie era, è restava, il traguardo da raggiungere. In realtà, le responsabilità maggiori, che possono essere additate all’ex tecnico, a parer nostro, sono quelle di aver avallato un progetto tecnico approssimativo, senza scendere nel dettaglio, di come e perchè si è arrivati alle “scelte” che hanno costruito la rosa a sua disposizione.

NUOVI OBIETTIVI, NUOVI ORIZZONTI. Giovanni Cavallaro, inizia la sua nuova carriera, proprio lì dove aveva finito quella da calciatore, al San Francesco. Nocerino d’adozione il neo tecnico rossonero, idolo delle ultime generazioni di supporters rossoneri, avrà il compito di traghettare la Nocerina, verso nuovi traguardi, non ci si accontenterà di una semplice salvezza, e lui, da gran trascinatore, quale è stato, saprà tirar fuori il meglio dall’organico in essere e di sicuro sarà in prima linea a coinvolgere nuovi calciatori, per ampliare e migliorare tecnicamente lo stesso.
Probabilmente il compito del neo tecnico rossonero, non sarà solo legato allo spogliatoio, viste le sue tante conoscenze imprenditoriali, saprà coinvolgere anche qualche nuova risorsa da affiancare all’attuale proprietà e perchè no, eventualmente avvicendare la stessa, aprendo nuovi orizzonti, anche a livello societario. Non resta che augurarci che Giovanni riesca da subito a realizzare un altro gol anche da allenatore come sapeva fare da calciatore e a regalare nuovamente tante gioie ai tifosi rossoneri. Sempre avanti Molossi!

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

Back to top button