Ultime news

SI SALVI CHI PUÒ: Nocerina, bene ma non benissimo!

Una perla di Liurni allo scadere, toglie le castagne dal fuoco ad una Nocerina che evita così l’ennesimo tonfo casalingo. Ottimo il punto guadagnato, ma c’è ben poco da sorridere.

SEMPRE DI MENO. Un San Francesco semi-deserto, ha fatto da cornice alla sfida tra la Nocerina ed il Fasano. Le condizioni meteo, di certo non favorevoli, hanno accentuato ancor più il fenomeno, che oramai vede sempre meno popolati gli spalti dello stadio cittadino. L’auspicato entusiasmo, per il ritorno di Giovanni Cavalaro, non si è avuto. Nemmeno l’ex capitano rossonero è riuscito a riaccendere una piazza che da troppo tempo, complice una serie di eventi negativi, a partire dai pasticci gestionali, non appassiona più, come una volta, la grande massa di sostenitori, per anni davvero notevole, per bacino d’utenza. Onore a chi non fa mancare mai il sostegno alla maglia rossonera.

DIFESA DISASTROSA. La sfida contro i biancazzurri pugliesi, ha messo in evidenza, complice l’assenza dell’infortunato Campanella, i limiti del reparto difensivo, superato con estrema facilità dagli attaccanti ospiti, evidenziando, ancora una volta, che l’organico a disposizione di Esposito e Cavallaro non è completo. A circa venti giorni dall’apertura della finestra di mercato invernale, appare chiaro ed evidente, che bisogna intervenire, in maniera decisa, e non solo in attacco, per raggiungere una tranquilla salvezza, aldilà dei soliti immancabili proclami di facciata.

DOPPIA SFIDA DA NON FALLIRE. Il calendario propone per le prossime gare, due sfide, sulla carta, abbordabili, che potrebbero dare slancio alla deficitaria classifica rossonera. Nessun avversario, va preso sottogamba, o snobbato, ci mancherebbe, ma sia il derby contro l’Agropoli, che il successivo incontro casalingo contro l’Andria, sono due sfide, ampiamente alla portata degli uomini di Esposito, che debbono portare linfa alla classifica e magari un po’ di entusiasmo in tutto l’ambiente.

Per risalire la china, così come è accaduto contro il Fasano, bisogna lottare, contro tutti gli ostacoli, come veri molossi, per guardare al futuro con più entusiasmo, con la speranza che il nuovo anno, porti con se nuova linfa ed una nuova programmazione societaria, seria e di lungo raggio, come da tempo si auspica il popolo rossonero, basata su fatti concreti e non sull’inutile propaganda dei giorni nostri. Forza Nocerina!

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it

Back to top button