Ultime news

CINQUE MINUTI CON… Gaetano Auteri: “Con Nocera ho un rapporto speciale”

“A Nocera ho vissuto anni fantastici, ottenendo risultati incredibili e creando un rapporto speciale con i tifosi”. Queste le parole piuttosto sentite di Gaetano Auteri, ex tecnico della Nocerina intervistato in diretta nella serata di ieri, in occasione del primo appuntamento con “Cinque minuti con…“, nuova rubrica griffata ForzaNocerina.it.

L’allenatore nativo di Floridia ha innanzitutto parlato della Serie B conquistata sulla panchina rossonera come un risultato incredibile e inaspettato, per poi elencare alcune delle partite più al cardiopalma vissute sulla panchina molossa: “In B, senza scartare l’indimenticabile vittoria casalinga contro l’Empoli, la gara che ha messo più a dura prova le mie coronarie è stata quella allo stadio “Menti” contro il Vicenza. Si trattava di un importante match salvezza, che vincemmo soprattutto grazie ai due rigori parati da Concetti. Due penalty che, con tutta franchezza, potevano anche non starci”. Restando in tema Serie B, lo storico condottiero molosso ha parlato dell’affare Insigne, colpo di mercato sfumato per un soffio: “Sì, siamo stati vicini a Lorenzo Insigne, poiché lo stesso calciatore sembrava gradire Nocera come nuova destinazione. Purtroppo, però, il Pescara di Zeman spariglió le carte e batté la nostra concorrenza. La B di allora era un torneo che annoverava squadre del calibro di Verona, Torino e Sampdoria, e una matricola come la Nocerina non avrebbe potuto rappresentare il giusto trampolino di lancio per l’attuale capitano del Napoli”.

Dalla retrocessione in Lega Pro a una Serie B solo sfiorata nel 2013. La sconfitta in casa del Latina nella semifinale di ritorno dei play-off gronda ancora sangue per mister Auteri: “Quella fu un’annata maledetta, la squadra era formidabile ma la fortuna non fu mai dalla nostra parte. Prima di giocare la gara di ritorno con il Latina Alessandro Bruno era molto abbattuto proprio per questo motivo”. E infine una battuta su Alfonso De Lucia, il portiere che si lasciò sfuggire clamorosamente il tiro da distanza siderale di Barraco: “Ero talmente tranquillo che non guardai nemmeno l’azione, stavo dando indicazioni a Mazzeo. Improvvisamente sentii un boato e il mio vice Cassia mi disse del gol del Latina e dell’infortunio del nostro portiere. Fu uno shock tremendo, da allora non ho più sentito De Lucia”.

Per concludere, Gaetano Auteri non ha mancato di menzionare la partita a carte con il collega Gianni Simonelli, diventata virale grazie a un video: “Era cominciata male a causa delle troppe domande che il giornalista mi stava facendo, poi ho ribaltato il risultato e ho vinto la sfida. Scherzi a parte, stimo tantissimo Simonelli come persona e come tecnico. È un maestro di calcio che merita il rispetto di tutti gli addetti ai lavori”.

Alessandro Barone, ForzaNocerina.it

Back to top button