Ultime news

NOCERINA, Bolzan: “Guardiamo al mercato della Serie C”

«La Nocerina non è in vendita, è una società sana e solida che nel prossimo campionato proverà a recitare un ruolo da protagonista». Parlava così ai tifosi rossoneri il presidente Paolo Maiorino non più di due mesi fa, quando lo stop definitivo dei campionati causato dall’emergenza Coronaviurs aveva decretato la matematica salvezza della squadra allora allenata da Marcello Esposito. L’inizio ufficiale della stagione 2020/2021 sembra, però, stentare a decollare ed il timore dei tifosi é che vengano modificate radicalmente le carte in tavola. Sono arrivate le vertenze dall’ex allenatore Nello Di Costanzo e dal suo secondo Francesco Di Nardo, che il club di via Barbarulo, tuttavia, ha prontamente provveduto ad onorare entro il 24 luglio; la Co.Vi.So.D, infatti, ha dato esito positivo in merito alla domanda di iscrizione al prossimo campionato di serie D. A parte la conferma della partecipazione al prossimo campionato di serie D, non si intravedono botti di mercato, visto che il mese di luglio ha portato in eredità solamente cinque acquisti, di cui ben quattro under. Non ne fa assolutamente un dramma il direttore sportivo Riccardo Bolzan. «Siamo alla ricerca di calciatori che abbiano voglia di rivalsa, di rimettersi in discussione. – spiega l’ex calciatore molosso protagonista della promozione in B nel 2011 – Siamo contenti del lavoro che stiamo facendo in merito all’allestimento del parco under, anche se sappiamo che i ragazzini non infiammano la piazza. Prossimamente verranno annunciati anche calciatori importanti per la categoria; in questa fase preferiamo mantenere il massimo riserbo per evitare ripensamenti o manovre di disturbo. Abbiamo intavolato trattative con i vari Talamo, Alfageme e Fioretti ma sono sfumate per motivazione di varia natura e si sono accasati altrove. Non siamo, comunque, affatto preoccupati. Il mercato entrerà nel vivo nelle prossime settimane, anche perché in serie C ci sarà un numero limite di tesserati e chi resterà a spasso sarà costretto a guardarsi intorno, magari scendendo di categoria».
Solita attesa anche per la composizione dei gironi, con la Nocerina che negli ultimi tre anni è stata inserita due volte nel raggruppamento campano-siculo-lucano, una volta nel girone G.
«Nelle ultime due stagioni il girone I è stato vinto da squadre campane come Avellino e Turris – ricorda il diesse rossonero – ciò non significa che potrebbe essere quello più abbordabile visto che, al momento, proprio le compagini che dovrebbero finire in quel gruppo hanno effettuato gli investimenti più importanti. Al netto di tutto conta relativamente poco il girone nel quale saremo inseriti. Il nostro obiettivo è quello di costruire una squadra tosta, in grado di dire la sua su tutti i campi e non essere costretta a patire sino alla fine per la salvezza».
Un po’ di preoccupazione serpeggia tra i tifosi anche per il mancato, o comunque, tardato annuncio di Cavallaro e dello staff tecnico che lo affiancherà. «Giovanni sarà il nostro allenatore. – chiude deciso il direttore sportivo Bolzan – Sta dedicando anima e corpo alla causa molossa e il presidente non ha mai avuto dubbi sulla scelta del tecnico. Non è stato ancora presentato per via della squalifica, ma i tifosi devono restare tranquilli perché non ci saranno stravolgimenti. A breve verrà annunciato anche il ritiro, che sarà molto utile anche per valutare nuovi calciatori e convincerli a sposare il progetto».
Fabio Vicidomini, La Città di Salerno (3 agosto 2020)

Back to top button