Ultime news

DA ZERO A DIECI: il colpo di testa di Talamo e il ritorno in Sardegna

Primo punto in trasferta per la Nocerina di Cavallaro. In dieci per tutto il secondo tempo, i molossi tornano dalla Sardegna con un punto che “muove la classifica”. Nota stonata, l’espulsione di Talamo, terzo rosso stagionale per i molossi (in tre partite). Il resoconto della gara… da zero a dieci.

ZERO I punti della Torres in questo campionato. La prossima avversaria dei molossi ha rimediato tre sconfitte in altrettante apparizioni. Mercoledì, i sardi dell’ex trainer del Trastevere Aldo Gardini saranno ospiti della Nocerina. Arriveranno al San Francesco con una grande voglia di riscatto. Vietato abbassare la guardia.

UNO Il punto (il primo fuori casa) conquistato da una Nocerina in emergenza. Le assenze di Impagliazzo per infortunio e Morero e Manoni per squalifica hanno costretto Cavallaro a reinventare la difesa e rimodulare il centrocampo. Al netto degli arrivi della settimana scorsa e al netto dei tanti giovani di cui si parla bene, la Nocerina avrebbe bisogno di qualche over in più, specialmente dalla cintola in su.

DUE Le gare della Juniores rossonera finora rimandate per COVID. Dopo l’esordio a Castrovillari, la squadra di Torre si è vista rinviare anche la sfida contro i pari età del Portici. Un inizio di campionato che sfiora l’assurdo per una squadra preparata con tanta solerzia dal neo mister Aldo Torre. Tuttavia, c’è da chiedersi quante saranno le gare rimandate da qui al termine della stagione? Quante partite dovranno essere organizzate in settimana? Come dovranno operare le società? L’unica nota positiva (se questo termine può continuare a essere utilizzato secondo l’accezione storica) è che c’è una certa attenzione da parte di moltissime società nei confronti della situazione epidemiologica dei propri tesserati. Lo starà facendo anche la Nocerina?

TRE Le espulsioni rimediata dai calciatori rossoneri in altrettante gare di campionato. Alle follie di Morero e Manoni in quel di Torre Annunziata, si è aggiunto, in Sardegna, il letterale colpo di testa di Talamo. Inizio di campionato stentato per un giocatore dal curriculum fatto di tanta Serie C, ma che sta trovando troppa difficoltà a mettersi in mostra. Ieri, un assurdo fallo di reazione dell’attaccante rossonero, ha costretto il signor Poto di Trieste a mostrargli un sacrosanto cartellino rosso. Nicola ha lasciato i suoi in dieci per tutta la ripresa, facendo stringere i denti e disequilibrare una gara che, in parità numerica avrebbe potuto avere un altro epilogo.

QUATTRO Gli ammoniti di una gara che le solite frasi fatte definiscono “sostanzialmente corretta”. Espulsione a parte, tre dei cartellini gialli sono stati mostrati ad altrettanti calciatori biancorossoverdi. Nota negativa, la seconda ammonizione consecutiva per Cuomo. Il talentuoso Emmanuel deve moderare la sua foga giovanile e acquisire maturità, cercando di limitare alcuni interventi. Anche questo fa parte del percorso per diventare calciatori completi.

CINQUE I debuttanti in casa rossonera. Se, a inizio campionato, è normale che siano un po’ tutti esordienti, la gara di Lanusei – al netto di infortuni e squalificati – ha costretto il mister Cavallaro a rivedere un po’ la formazione iniziale. Tra i titolari, hanno calcato il terreno di gioco per la prima volta Pisani, Donida e Rizzo. Nella ripresa, i volti nuovi sono stati Donnarumma e Katseris.

SEI I gradoni della tribuna dello stadio Lixus di Lanusei. La squadra del piccolo comune della provincia dell’Ogliastra (che conta poco più di cinquemila abitanti) è riuscita sottoscrivere circa 300 abbonamenti. Ieri, in ossequio alle disposizioni nazionali, 130 possessori del tagliando annuale hanno potuto assistere all’incontro tra biancorossoverdi e rossoneri. Una bella soddisfazione per i tifosi che hanno potuto abbracciare lo loro squadra del cuore dopo mesi di digiuno.

SETTE I minuti in campo per Katseris. Entrato in campo al 42° della ripresa e rimasto in campo fino al termine del recupero, il giovane Panos è il primo calciatore greco a vestire ufficialmente la maglia rossonera. Nei sui 110 anni di storia, i molossi hanno avuto un allenatore ungherese, diversi calciatori brasiliani, alcuni argentini, ivoriani, nigeriani… persino statunitensi. Ma mai giocatori ellenici. Il giovane Panos avrà una per sempre una parte tutta sua nella storia della Nocerina.

OTTO Le occasioni da gol più o meno pulite di una gara che non ha offerto particolari emozioni o spunti di riflessione ai suoi cronisti. Se la Nocerina ci ha provato (col solito Dammacco) nel primo tempo, la ripresa è stata appannaggio dei padroni di casa, che possono recriminare per un salvataggio praticamente sulla linea al novantunesimo.

NOVE Inteso come voto a chi, in un modo o nell’altro, si sta adoperando per riportare i tifosi al San Francesco. Spallate del virus a parte, e salvo probabili prescrizioni regionali, in occasione della gara contro la Torres di mercoledì 21, lo storico stadio di Nocera potrebbe tornare a popolarsi del suo pubblico. Nel caso in cui le porte tornassero ad aprirsi davvero, però, è necessario che i tifosi rossoneri mostrino maturità, mantenendo la distanza di sicurezza e indossando i dispositivi di protezione, perché la tutela della salute pubblica viene prima di ogni passione.

DIECI Più 8, gli anni trascorsi dall’ultima esibizione in Sardegna dei molossi. Era dalla stagione di C2 2002-2003 che la squadra di rossonera non approdava nella seconda isola italiana. In quel di Olbia, la formazione di Eziolino Capuano, nel recupero della prima giornata di campionato che si disputò mercoledì 9 ottobre 2020, portò a casa una bella vittoria per 2-1 grazie alle reti di Toscano e Belmonte, che ribaltarono il vantaggio isolano siglato da Nodari. Con quella vittoria, i molossi conquistarono il primato solitario in classifica. Fino al 18 ottobre 2020, tante sfide quasi tutte le regioni italiane per la Nocerina, ma non più la Sardegna.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it

Back to top button