Ultime news

TRIPLICE FISCHIO, Natale amaro per i tifosi molossi

La terza sconfitta stagionale per la Nocerina arriva, ancora una volta, lontano dalle mura amiche. I molossi, particolarmente a loro agio con le squadre di bassa classifica, mostrano diverse difficoltà contro le squadre più quotate. Sotto accusa particolarmente la difesa, messa in crisi dalle palle alte.

IL PROTAGONISTA Con la rete di ieri, Adama Diakité agguanta la quinta marcatura nel suo score stagionale. L’attaccante ivoriano è stato bravo a sfruttare, nel corso della prima frazione di gioco, un traversone di Garofalo. Ma la sua gara non si è limitata al gol. Per tutti i novanta e passa minuti, ha cercato di raccordare centrocampo e attacco, non risparmiandosi mai né sulle prime, né sulle seconde palle. Nel finale ha fallito il rigore del possibile 3-2, ma si è trovato davanti un Salvato in giornata di grazia.

IL MOMENTO CHIAVE Al 12° della ripresa un tiro da lontano del Monterosi si perde sul fondo. Per l’arbitro, il signor Mastrodomenico di Policoro, la palla è stata deviata da un calciatore della Nocerina. Rizzo protesta veementemente, tanto da rimediare un cartellino giallo. Battuto l’angolo, Garofalo atterra platealmente Alessio Petti (già autore del gol che ha sbloccato il match). L’arbitro non può che decretare la massima punizione. Sul dischetto si presenta capitan Costantini che batte Cappa con un tiro centrale. Da quel momento sarà solo Monterosi. I padroni di casa trovano anche il terzo gol e la reazione della Nocerina si limita a un rigore (sbagliato) a tempo abbondantemente scaduto.

DIETRO LA LAVAGNA Scorrendo la distinta di gara appare chiaro che l’età media dei giocatori della Nocerina è molto bassa. Gli unici calciatori nati prima degli anni Novanta sono Santiago Morero e Agostino Garofalo. Il primo, seppure d’altra categoria quando può giocare palla a terra, ha mostrato evidenti difficoltà sulle palle alte. Garofalo, sebbene abbia propiziato il pari rossonero e si sia procurato un rigore nel finale, a inizio ripresa si è reso autore di un evidente fallo su Petti che ha messo in discesa la gara per i padroni di casa. Certi errori, i senatori, dovrebbero evitarli.

Maria Esposito, ForzaNocerina.it

Back to top button