Ultime news

TRIPLICE FISCHIO: i molossi sfiorano il colpaccio al “Francioni”

La squadra di Cavallaro supera a voti quasi pieni l’esame di maturità di Latina. La gara contro la capolista virtuale di questo campionato ha visto una Nocerina attendista nel primo tempo, ma tanto, davvero tanto determinata nella ripresa, quando i molossi hanno imbrigliato i padroni di casa sfiorando la vittoria prima con un gol annullato a Diakité per un fuorigioco più che dubbio, poi cogliendo una sfortunatissima traversa su un bel tiro di Dammacco.

IL PROTAGONISTA – A inizio gara Diakité sembrava destinato a lasciare anzitempo l’incontro. Un piccolo infortunio aveva allertato la panchina rossonera. Quando tutto era pronto per l’ingresso in campo di Rizzo, l’attaccante ivoriano ha stretto i denti e fatto cenno di poter proseguire. Nella ripresa, Adama è sceso in campo con tutt’altro piglio e, mettendo in scena la miglior prestazione in maglia rossonera, ha dannato l’anima ai suoi avversari per oltre 50 minuti, nei quali ha trovato il tempo di farsi annullare un gol apparso regolare e saltare un paio di avversari a centrocampo e servire a Dammacco una palla che il calciatore barese ha, sfortunatamente, indirizzato sulla traversa.

IL MOMENTO CHIAVE – Il gol di Esposito, anche meritato per quanto visto nella prima mezz’ora di gioco, sembrava aver messo la sfida tra Nocerina e Latina in discesa per i padroni di casa. Invece, i rossoneri sono stati bravi a non disunirsi, puntare la difesa avversaria e trovare il pari, al 43°, grazie a una bella punizione girata in rete dalla testa di Impagliazzo. Il pareggio, arrivato allo scadere della prima frazione di gioco, ha permesso ai rossoneri di andare a riposo sul risultato di uno a uno e affrontare la ripresa con nuova linfa.

DIETRO LA LAVAGNA – Nonostante si sia disputata una gara a porte chiuse, in piena emergenza pandemica, alcuni ultras del Latina, una decina in tutto, hanno trovato il tempo di raggiungere lo stadio Francioni, incitare, dall’esterno, i propri beniamini con cori e fumogeni e lanciarne un paio contro il pullman della Nocerina. Non ancora soddisfatti, a fine gara, i tifosi di casa hanno raggiunto la porta carraia dello stadio con l’intento di impedire, o quantomeno guastare, il viaggio di ritorno della squadra rossonera. Un gesto inqualificabile, insensato, fine a se stesso, fortunatamente sedato immediatamente dalle forze dell’ordine.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it

Back to top button