Ultime news

GIUGLIANO-NOCERINA 1-1: suicidio molosso nel finale, il solito El Bakhtaoui non basta

GIUGLIANONOCERINA 1-1

GIUGLIANO (3-5-2): Mola; Russo L, Stendardo, Russo G (21’st Camara); Micillo (39’st Cozzolino), De Luca (21’st Mennella) Conte (dal 36’st Castagna), Granato, Setola; Orefice, Celestine (36’st Filogamo). In panchina: Gaeta, Orefice, Aruta. Allenatore: Maschio
NOCERINA (3-4-2-1): Cappa; Rizzo, Morero, Donida; Vecchione, Donnarumma, Petito (1’st Cuomo), Katseris; El Bakhtaoui (40’st Talamo), Dammacco (8’st Manoni); De Iulis (18’st Garofalo). In panchina: Impagliazzo, Sandomenico, Fois, Saporito. Allenatore: Cavallaro
MARCATORI: 35’pt El Bakhtaoui (N), 48’st (rig) Orefice (G)
ARBITRO: sig. Stefano Selva di Alghero. Assistenti: Paradiso e Andreano
NOTE: gara disputata a porte chiuse. Campo in erba sintetica. Ammoniti: Micillo (G), Stendardo (G), Donida (N), Donnarumma (N), Katseris (N), Cappa (N). Espulsi: Maschio (allenatore Giugliano), Vecchione (N). Angoli: 3-6. Recupero: 1’pt; 7’st.

Secondo pareggio consecutivo per la Nocerina, che non va oltre l’uno a uno nel derby di recupero contro il Giugliano. Al solito El Bakhtaoui risponde in pieno recupero un calcio di rigore di Orefice.
I locali scelgono un assetto tattico più che prudente, con i soli Orefice e Celestine a cercare fortuna in attacco. Mister Cavallaro conferma l’ormai collaudato 3-4-2-1, con El Bakhtaoui e Dammacco alle spalle dell’unica punta De Iulis. A centrocampo rientra Donnarumma e Petito vince il ballottaggio con Cuomo. La gara inizia con ventisette minuti di ritardo a causa dell’infortunio di uno dei due assistenti arbitrali. Volzone per la Nocerina e Piazza per il Giugliano vengono scelti come assistenti di parte.
Il primo a rendersi pericoloso è il nocerino Petito, che al 13’ ci prova con una mezza girata di destro che termina non lontana dai pali della porta difesa da Mola. Trenta secondi più tardi è Rizzo e cercare fortuna dai trenta metri. Anche in questo caso la mira non è precisa. Al 25’ l’arbitro annulla una rete a Katseris per presunto fallo in attacco sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Donnarumma. Nessuno riesce, però, a cancellare il quarto gol consecutivo di El Bakhtaoui, che al 35’ raccoglie un assist al bacio di Dammacco e impallina Mola da posizione favorevole. Sessanta secondi più tardi primi segnali di Giugliano: Orefice sguscia via sulla sinistra e mette al centro per Celestine che manca per pochissimo l’appuntamento col gol del pareggio. Minuto 39: Katseris si accentra dalla sinistra e ci prova con un tiro a giro che fa la barba al palo alla sinistra di Mola. La prima frazione non regala ulteriori sussulti e si conclude dopo un solo minuto di recupero. Il secondo tempo inizia con una novità per la Nocerina: mister Cavallaro lascia negli spogliatoi Petito, rimpiazzato da Cuomo. Al 6’ gli ospiti vanno a un passo dal raddoppio con De Iulis, che non riesce a spingere in rete un tiro cross di Dammacco. Il Giugliano fatica tremendamente ad alzare il suo baricentro e a spingersi nella trequarti avversaria, al cospetto di un avversario che si limita a gestire il possesso palla e a pungere in ripartenza. Al 29’ una provvidenziale uscita bassa di Mola stoppa El Bakhtaoui lanciato a rete. Nei minuti di recupero la Nocerina stacca la spina e regala il pareggio ai padroni di casa. Al 48’ pasticcio clamoroso confezionato da Morero e Cappa, col neo entrato Filogamo che è lesto ad avventarsi sulla palla e a conquistare un calcio di rigore per netto fallo dell’estremo difensore dei molossi.  Dagli undici metri Orefice non sbaglia. Al 52’ nell’ultimo minuto di recupero Granato, ben smarcato a centro area da Camara, ha addirittura la palla della vittoria ma non riesce ad angolare la sua conclusione che viene intercettata da Cappa. Al triplice fischio del direttore di gara è enorme il rammarico per la Nocerina, che è riuscita a gettare alle ortiche altri due punti dopo aver dominato, di fatto, per novanta minuti. Nel prossimo impegno contro il Gladiator i molossi dovranno anche fare a meno di Vecchione, espulso per proteste.

redazione ForzaNocerina.it

Back to top button