Giovedì si torna in campo per il recupero con l’Insieme Formia
Ultime news

TRIPLICE FISCHIO: Dammacco e Katseris firmano la seconda vittoria esterna

La rete lampo di Dammacco e il gol di Katseris nella ripresa permettono alla Nocerina di espugnare il Vanni Sanna di Sassari e guadagnare la seconda vittoria esterna in campionato. Giovedì si torna il campo per il recupero della gara Insieme Formia-Nocerina rinviata il 17 gennaio causa COVID-19.

IL PROTAGONISTA – Non ha ancora venti anni (li compirà a luglio) ma in campo sembra più grande. Il protagonista della gara in Sardegna è sicuramente Panos Katseris. Il primo calciatore greco nella storia della Nocerina sta decisamente ripagando la fiducia accordatagli in estate dal duo Cavallaro-Bolzan. Di solito è sempre guizzante sulla fascia, ma ieri è stato schierato da punta. Il ragazzo di Atene, libero dalla necessità di tornare in difesa, ha impensierito più volte l’esperto Frasca fino ad arrivare a batterlo con un rasoterra perfido. Secondo gol stagionale, ancora una volta alla Torres. Il numero 20 rossonero deve avere qualcosa di personale contro la storica squadra di Sassari.

IL MOMENTO CHIAVE – Una volta tanto, il momento chiave è arrivato ancora prima che la gara iniziasse. Sassari e Nocerina hanno in comune nella loro storia la presenza in panchina di Lamberto Leonardi. Recentemente scomparso, l’ex centrocampista di Roma e Juventus ha allenato sia i sardi che i rossoneri. Prima della gara è stato ricordato da entrambe le squadre che hanno lasciato dei mazzi di fiori sotto lo striscione che i ragazzi della curva sassarese hanno esposto in sua memoria.

DIETRO LA LAVAGNA – Gettare la croce addosso a un giovane a volte equivale a infierire. Emanuel Cuomo farà sicuramente strada, ma la gara di ieri non verrà certamente ricordata come la migliore della sua carriera. Spesso disattento, è rimasto in campo per meno di quaranta minuti durante i quali si è reso protagonista di un fallo ingenuo che, oltre a costargli un giallo, ha permesso a Prosi di battere Volzone sul susseguente calcio di punizione e riequilibrare momentaneamente l’incontro. Sono i momenti difficili che fanno crescere.

Maria Esposito, ForzaNocerina.it

Back to top button