Ultime news

NOCERINA-INSIEME FORMIA 2-2: una doppietta di Dammacco salva i rossoneri

NOCERINA-INSIEME FORMIA 2-2

NOCERINA (3-4-2-1): Volzone; Rizzo (23’st Improta), Morero, Donida; Petito, Donnarumma, Vecchione (12’st Katseris (38’st Pisani)), Saporito; Dammacco, El Bakhtaoui; Diakite. In panchina: Castaldo, Sicignano, Sellitti, Esposito, Totaro, Martinelli. Allenatore: Cavallaro
INSIEME FORMIA (3-5-2): Trapani; Quirino, Ioio, Gorzelewski; Iorio (26’st Del Prete), Di Vito, Fatati (33’st Antogiovanni), Chinappi, Romano (19’st Gentile); Gomez (41’st Tounkara), Camilli (20’st Zonfrilli). In panchina: Capogna, Gentile, Durazzo, Cuomo, Lonardo, Tounkara. Allenatore: Amato
ARBITRO: Vacca di Saronno. Assistenti: Dervishi e De Santis.
RETI: 31’pt Camilli (IF), 35’pt Gomez (IF), 35’st, 47’st  Dammacco (N)
NOTE: partita disputata a porte chiuse. Ammoniti: Vecchione (N), Cavallaro (N), Diakite (N), Gentile (IF), Rizzo (N), Di Vito (IF). Angoli: 3-5. Recupero: 2’pt; 5’st

La Nocerina non va oltre il due a due nel match casalingo contro l’Insieme Formia. Match dai due volti, con gli ospiti mattatori nel primo tempo grazie a Camilli e Gomez e i molossi bravi a non mollare e trovare il pareggio grazie a una doppietta di Dammacco.
Cavallaro recupera per la panchina Katseris ed Esposito e si affida al classico 3-4-2-1, con Dammacco ed El Bakhtaoui a supporto di Diakite. Il tecnico del Formia Amato punta sulla vena realizzativa del capocannoniere Gomez, affiancato in attacco da Camilli.
Il primo tiro della gara è di marca ospite. Al 12’ Di Vito ci prova da distanza siderale ma non inquadra lo specchio della porta. La Nocerina fatica tremendamente a trovare spazio tra le maglie della difesa dei laziali, che al 31’ passano in vantaggio. Traversone dalla destra di Di Vito per il liberissimo Camilli, che buca Volzone con un colpo di testa forte e preciso. Dopo esattamente quattro giri di lancette gli ospiti trovano anche la seconda rete. Pasticcio clamoroso tra Rizzo e Volzone che perde la palla dalle mani servendolo su un piatto d’argento a Gomez che non deve far altro che spingere nella porta ormai sguarnita. L’unico tiro in porta nella prima frazione per i locali porta la firma di Saporito, che al 42’ approfitta di un’uscita maldestra di Trapani e prova a beffarlo con un pallonetto dai trenta metri che si perde alto.
I padroni di casa approcciano alla ripresa col piglio giusto e dopo cinquantasette secondi vanno vicini ad accorciare le distanze con un tiro da posizione defilata di El Bakhtaoui che termina di poco a lato. Al terzo minuto il fantasista franco marocchino si libera ancora alla conclusione dalla distanza. Trapani si rifugia in angolo.  Al 7’ gol annullato alla Nocerina per un fuorigioco millimetrico sbandierato dal primo assistente Dervishi ai danni di Diakite, che era stato bravissimo a trafiggere Trapani in spaccata. Al 15’ Rizzo scalda i guantoni dell’estremo difensore avversario con una bordata dai venti metri. Al 29’ ancora molossi pericolosi: angolo di El Bakhtaoui, sponda aerea di Donida per Diakite che spara alle stelle da posizione più che favorevole. Terzo errore sotto misura per l’attaccante molosso che già una manciata di minuti prima aveva sprecato due nitide occasioni. Al 32’ il Formia va a un passo dal tre a zero, con un calcio di punizione di Chinappi che si stampa in pieno sul palo a Volzone battuto. Gol mancato, gol subito: la dura legge del calcio colpisce il Formia al 35’. Di Vito colpisce col braccio all’interno dell’area di rigore, inducendo il direttore di gara ad assegnare il penalty. Dagli undici metri si presenta Dammacco che li lascia ipnotizzare da Trapani ma è il più lesto a fiondarsi sulla respinta e a spedire in rete nonostante il disperato tentativo di recupero dei difensori.  Al 47’, nel terzo dei cinque minuti di recupero la Nocerina acciuffa il pari. Dammacco raccoglie una corta respinta di Trapani e lo trafigge con un tiro forte e preciso. Al 49’ i locali avrebbero addirittura l’occasione per ribaltare il risultato. Donnarumma serve Improta che si gira e tira. Bravo e fortunato Trapani a ritrovarsi la palla tra le mani e a sigillare un prezioso pareggio per la sua squadra.

Francesco De Filippis, ForzaNocerina.it

Back to top button