Ultime news

SERIE C, definite le norme per riammissioni e ripescaggi

ll Consiglio Federale della FIGC ha definito i criteri per la riammissione e i ripescaggi in Serie C per la stagione 2021-2022. 

Criteri per la riammissione al campionato di Serie C 2021-2022 

Qualora entro il 28 giugno 2021, si verifichi una delle situazioni previste dall’art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., la riammissione al Campionato Serie C 2021/2022 riservata, ai sensi della medesima norma, alle sole società retrocesse dal Campionato Serie C 2020/2021, avverrà secondo i criteri di seguito trascritti:

A) Classifica finale della regular season delle società retrocesse del Campionato SERIE C 2020/2021
Per le società retrocesse dal Campionato Serie C 2020/2021, ai fini della riammissione al Campionato 2021/2022 ex art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., sarà utilizzata la seguente graduatoria:
1^ società che ha conseguito il miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
2^ società che ha conseguito il secondo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
3^ società che ha conseguito il terzo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
4^ società che ha conseguito il quarto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
5^ società che ha conseguito il quinto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
6^ società che ha conseguito il sesto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
7^ società che ha conseguito il settimo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
8^ società che ha conseguito il minor punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021) 

Preclusioni

La riammissione al Campionato 2020/2021, ex art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., riservata alle sole società retrocesse dal Campionato Serie C 2019/2020, sarà comunque preclusa alle stesse qualora:

1. non risultino ammesse al Campionato Nazionale Serie D 2020/2021. Le società non ammesse saranno computate esclusivamente ai fini della redazione della classifica finale;

2. abbiano subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2018/2019 e 2019/2020, nonché le società che, al momento della decisione sulla domanda di riammissione, abbiano subito sanzione per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse da scontarsi nella stagione 2020/2021. In presenza delle predette sanzioni, le società saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale.

3. abbiano subito sanzioni, scontate nelle stagioni 2018/2019 e 2019/2020, per il mancato pagamento, nei termini prescritti, degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo o delle ritenute IRPEF, o dei contributi INPS o del Fondo Fine Carriera relative ai suddetti emolumenti, nonché le società che, al momento della decisione sulla domanda di riammissione, abbiano subito sanzioni per i predetti illeciti da scontarsi nella stagione 2020/2021. In presenza delle predette sanzioni, le società saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale.

Ripescaggi dalla Serie D alla Serie C

Ai fini dell’integrazione dell’organico del Campionato Serie C stagione sportiva 2020/2021, si riportano di seguito i criteri per la formulazione della graduatoria delle Società del Dipartimento Interregionale.

1) Le nove squadre classificatesi al secondo posto di ciascun girone al momento dell’interruzione del Campionato di Serie D 2019/2020 saranno inserite in una graduatoria sulla base di un punteggio determinato dalla somma dei seguenti valori:

media punti al momento dell’interruzione del Campionato di Serie D stagione 2019/2020;
bonus di 0,10 da attribuire alla squadra classificatasi nel Concorso “Giovani D valore” al primo posto di ciascun girone;
bonus di 0,05 da attribuire alla squadra classificatasi nel Concorso “Giovani D valore” al secondo e al terzo posto di ciascun girone.
A seguito di una parità del punteggio come sopra determinato prevarrà la società con il maggior quoziente vittorie; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di reti segnate in media a partita; in caso di ulteriore parità, la società con il minor numero di reti subite in media a partita; ulteriore parità, si procederà a sorteggio.

2) Nel caso in cui, esaurita la graduatoria di cui all’allegato A), l’organico del Campionato di Lega Pro non sia completato, si formerà una seconda graduatoria composta dalle squadre classificatesi dal terzo al decimo posto di ciascun girone, le quali saranno inserite nella citata graduatoria sulla base di un punteggio determinato dalla somma dei seguenti valori:

media punti al momento dell’interruzione del Campionato di Serie D stagione 2019/2020;
bonus di 0,10 da attribuire alla squadra classificatasi nel Concorso “Giovani D valore” al primo posto di ciascun girone;
bonus di 0,05 da attribuire alla squadra classificatasi nel Concorso “Giovani D valore” al secondo e al terzo posto di ciascun girone.

Redazione

Back to top button