Ultime news

NOCERINA, la società chiede fiducia… in silenzio

L’estate dei tifosi rossoneri è quantomeno anomala. Il 27 luglio è ormai passato e le uniche notizie ufficiali che, in qualche modo, riguardano la Nocerina arrivano dall’esterno e si riferiscono ai tesserati della scorsa stagione che vanno via e si accasano altrove (come il promettente portiere Volzone, che ha firmato per il Sorrento). Per quanto riguarda la squadra rossonera, non si va oltre le chiacchiere tra amici, qualche post su Facebook che parrebbe annunciare il cambio di sponsor tecnico, e tante indiscrezioni raccolte qua e là sulla riconferma del direttore sportivo, sulle aumentate disponibilità economiche della dirigenza e sulla possibile scelta di Bracigliano come sede del ritiro.

I MOLOSSI NEL GIRONE SICILIANO? Nelle prossime ore la Co.Vi.So.D si esprimerà sulle iscrizioni al campionato di Serie D. Non ci dovrebbero essere problemi per la Nocerina, che sarà chiamata a disputare, per la sesta volta consecutiva, il massimo campionato dilettantistico. Ma che stagione sarà? Impossibile da dire. Si può solo ipotizzare che, in virtù del criterio di alternanza, i molossi saranno inseriti nel girone siciliano, generalmente considerato più “morbido” rispetto a quello pugliese. Ma ciò non significa che si tratterà di un campionato semplice. Il punto principale, però, riguarda la squadra. Chi siederà sulla panchina rossonera? Giovanni Cavallaro è ancora in pole position, ma sembra che l’ex capitano rossonero voglia precise garanzie sulla possibilità di allestire un organico competitivo. La dirigenza fa trapelare pillole di ottimismo, ma sono anni che lo fa. Anche nelle estati precedenti si raccontava di una Nocerina con i conti in regola, senza debiti e pronta a mettere in campo una squadra competitiva. Poi sono arrivate le vertenze. Questo copione sarà cambiato? Da tifosi rossoneri, ce lo auguriamo col cuore. Intanto, però, è in atto un contenzioso con Emanuele D’Anna per una questione di stipendi non pagati e firme sulle liberatorie sulle quali dovranno decidere le autorità competenti.

LA STRATEGIA DEL SILENZIO Quello che è certo, è il silenzio della società. Il silenzio di un presidente che non risponde a domande dirette da più di un anno; il silenzio di una dirigenza che, negli ultimi dodici mesi, ha lasciato parlare solo i tesserati dello staff tecnico (sempre pronti a metterci la faccia, ma presumibilmente stanchi di farlo); il silenzio di un ufficio stampa che non ha ancora un responsabile (perché pare che i nomi riportati sul sito ufficiale siano obsoleti). Questo silenzio deve essere interrotto presto! Chi vuole l’onore di tenere le redini della storica società rossonera ha il dovere di rendere conto del suo operato alla piazza. Perché ai tifosi si chiede calore, rispetto, amore per la maglia e fiducia, ma non si può pretendere che tutto ciò avvenga a scatola chiusa o peggio, rilasciando dichiarazioni d’amore esclusivamente per strada. Nocera non merita questo. Tutti noi vorremmo che, fin da oggi, la società confermasse queste indiscrezioni con una conferenza stampa e con comunicati riguardanti i nomi dei tecnici. Magari, presentando un organigramma ufficiale e calciatori altisonanti. Se la situazione economica è davvero cambiata, perché non dirlo in modo ufficiale davanti ai taccuini dei giornalisti, di fronte alle telecamere delle tv? A tutto il 27 luglio resta solo un insopportabile silenzio.  

Francesco Belsito

Back to top button