Ultime news

DA ZERO A DIECI: Matty Lee Donida, le interviste esclusive e il ritorno del bomber

Dammacco e Simonetti firmano la vittoria contro il Nardò. Tre punti che consentono alla Nocerina di confermarsi nelle zone altissime della classifica del Girone H di Serie D. Riviviamo i momenti salienti della gara del San Francesco… da zero a dieci.

ZERO i secondi impiegati da Nicolò Donida, alla vista dell’intervento scomposto di Alfarano, per accentuare la caduta nell’area di rigore del Nardò costringendo il direttore di gara a fischiare un generoso penalty a favore della Nocerina. MATTY LEE, PRENDA SPUNTO.

UNO all’ufficio stampa della squadra pugliese che non ha inviato alcun tesserato in sala stampa per le interviste post gara, salvo poi pubblicare sui canali social le interviste in esclusiva realizzate al San Francesco in barba a qualsivoglia equità di informazione. Senza parole, proprio come ci ha lasciato il maglione granata sfoggiato in tribuna stampa dal nostro Domenico Pessolano che non merita ulteriori commenti. DOPPIA BOCCIATURA.

DUE le gare consecutive senza subire reti, a dimostrazione della solidità del reparto difensivo della Nocerina, che mette a disposizione del tecnico Cavallaro quantità e qualità, con il giovane Pitarressi al riscatto dopo il goal su punizione beccato contro il Gravina di dieci giorni fa. LINEA MAGINOT.

TRE i rigori fischiati a favore della Nocerina nelle prime quattro gare al San Francesco che evidenziano la facilità con la quale i rossoneri arrivano in area avversaria, sfruttando buon palleggio e velocità di manovra. TIKI TAKA.

QUATTRO le vittorie al San Francesco in altrettante gare disputate. Lo stadio cittadino, con l’aiuto dell’inesauribile pubblico rossonero, può rappresentare la vera arma  in più per Garofalo e compagni. FORTINO.

CINQUE il numero di maglia di Stefano Cason, sempre più leader del reparto difensivo rossonero. Rendimento sempre importante in questa prime uscite stagionali per il ventiseienne difensore bellunese. Proverà a spodestare nella classifica di rendimento il buon Francesco Vecchione? LEADER.

SEI tutti noi: forza, Aniello! “Aspettiamo la tua guarigione, per vederti cantare sul primo gradone”. Ci associamo agli ultras rossoneri augurando ad Aniello Milite di riprendersi al più presto dal brutto infortunio. Avere Stefano Verticale come cognato è già troppo per patire ulteriori pene. IN BOCCA AL… MOLOSSO!

SETTE e OTTO Nicola Talamo e Andrea Bovo le due facce della medaglia di questo mercoledì che consegna ai molossi il quarto posto solitario in classifica. Il primo ha confermato che urge un po’ di riposo. Altra battuta a vuoto dopo quella di Sorrento. Gli impegni ravvicinati di quest’ultimo periodo si sono fatti sentire ma siamo sicuri che l’ex Corigliano ritroverà presto la giusta lucidità e la via del gol. Il secondo, al ritorno in campo dopo l’infortunio, nei pochi minuti in cui è stato impiegato, ha dimostrato di essersi ripreso bene. Sarà un elemento prezioso nel proseguo del torneo.

NOVE è il numero dei bomber. Felice Simonetti ne incarna in pieno tutte le caratteristiche e non lo abbiamo scoperto certo mercoledì. Il goal del 2-0 siglato mercoledì, il primo dopo il ritorno in rossonero di quest’estate, è da attaccante vero. Due avversari elusi con una finta di corpo, pallone lanciato nello spazio e portiere battuto con annessa esplosione di gioia sotto la tribuna. Messaggio forte e chiaro per qualche detrattore presente in loco. BOMBER.

DIECI ai tifosi rossoneri. Sì, siamo ripetitivi ma il supporto offerto, nonostante la gara si sia giocata in un mercoledì per molti lavorativo, merita la menzione d’onore. Ma del resto non avevamo dubbi; che si giochi di domenica che in settimana, in casa e in trasferta, di giorno o di notte, il pubblico rossonero non farà mancare mai il sostegno alla Nocerina e anche se la gestione del club non brilla, sarà sempre al suo fianco. Sia in curva che in tribuna, la PASSIONE È ETERNA.

Francesco Cuomo

Back to top button