Ultime news

IL PROSSIMO AVVERSARIO: il Cerignola di Michele Pazienza

Il due a uno inflitto al Lavello nell’ultima uscita di campionato ha risollevato moltissimo il morale dell’Audace Cerignola che, dopo un avvio in sordina, è riuscita ad agganciare il treno play-off. Con i suoi diciotto punti in graduatoria, la squadra pugliese è appaiata al quarto posto insieme alla Nocerina di Giovanni Cavallaro, che si appresta ad affrontare nel pomeriggio di domani, allo stadio “San Francesco”.

LA SQUADRA. Allenata da Michele Pazienza, tecnico che da calciatore ha militato tra le fila del Napoli e ha vinto uno scudetto con la Juventus di Antonio Conte nel 2012, il Cerignola è una delle candidate più forti alla vittoria del campionato. L’ottima campagna acquisti di questa estate, unita alla conferma di alcuni elementi di spicco, hanno migliorato notevolmente la rosa, ormai consapevole di poter fare il grande salto di qualità. Tra i pali c’è il portiere ’02 Francesco Tricarico, che guida la difesa a quattro formata dall’ex Bitonto Alex Sirri e dal capitano Giacinto Allegrini, esperto centrale con un passato con le maglie di Gubbio, Monopoli e Andria. I due terzini, invece, sono il francese Mehdi Dorval (’01) e il diciottenne scuola Napoli Antonio Vitiello. Le chiavi del centrocampo sono affidate a Cristian Agnelli, regista di qualità ed esperienza con importanti trascorsi col Foggia in Serie B. I suoi scudieri sono Lorenzo Longo e Mattia Tascone. In attacco, l’ex Nocerina e Carpi Giancarlo Malcore e il talentuoso classe ’01 Ismail Achik hanno il compito di supportare Loris Palazzo, punta centrale arrivata questa estate dal Bitonto.

I PRECEDENTI. I due unici precedenti allo stadio “San Francesco” tra Nocerina e Cerignola risalgono alle stagioni 1990/91 e 1993/94, rispettivamente nel campionato Interregionale e in quello Nazionale Dilettanti. Nella prima occasione, i molossi vennero sconfitti in casa, mentre nel ’93 i gol di Vastola e Magni regolarono i dauni per due reti a uno. Nella stagione 2019/20, a causa dello stop di tutti i tornei per via del lockdown anti-Covid 19, saltò la sfida tra i rossoneri e il Cerignola che si sarebbe dovuta disputare tra le mura molosse.

Domenico Pessolano

Back to top button