Ultime news

MOLFETTA-NOCERINA 0-0: molossi spuntati, Dammacco si ferma al palo

MOLFETTA 0
NOCERINA 0

MOLFETTA (3-5-2): Viola; Lobjanidze, De Gol, Demoleon; Boccadamo, Pizzutelli, Rafetranaina, Romio (43’st Traore), Fedel; Pozzebon, Cappiello (13’st Semiao Granado). In panchina: Rollo, Pinto, Dubaz, Ciaciaruso, Legari, Gjonaj, Nken. Allenatore: Bartoli
NOCERINA (3-4-1-2): Al Tumi; Bruno, Donida, Garofalo; Chietti (50’st Barone), Vecchione, Bovo (25’st Donnarumma), Saporito; Esposito (29’st Cuomo); Mazzeo, Dammacco (19’st Talamo). In panchina: Pitaressi, Menichino, Palmieri, Mancino, Gallo. Allenatore: Cavallaro
ARBITRO: Cervasi di Arezzo. Assistenti: Bartoluccio e Paradiso
RETI:
NOTE: pomeriggio nuvoloso, campo in erba sintetica. Spettatori circa 700, con folta rappresentanza ospite. Ammoniti: Fedel (M), Bovo (N), Semiao Granado (M), Garofalo (N), Pizzutelli (M), Talamo (N) Angoli: 2-2. Recupero: 0’pt; 5’st

Si conclude a reti bianche il match della decima giornata di campionato tra Molfetta e Nocerina. Gara piuttosto noiosa, sospesa per circa venti minuti nella ripresa a causa di un guasto all’impianto di illuminazione. Un palo di Dammacco è l’unico motivo per cui i molossi possono recriminare. Il tecnico dei locali Bartoli conferma il classico 3-5-2, con Cappiello e Pozzebon a reggere il peso del reparto offensivo. Cavallaro, orfano di Cason, rilancia dal primo minuto Al Tumi, Bovo e Chietti.
Il primo acuto della gara è di Dammacco, che dopo otto giri di lancette si libera sulla trequarti e lascia partire una conclusione controllata piuttosto agevolmente da Viola.  Tre minuti più tardi è ancora il numero 98 ad andare a un passo dal vantaggio, con un tiro dal limite deviato dall’estremo difensore ospite sul palo. Il Molfetta fatica a prendere in mano il pallino del gioco e riesce a rendersi per la prima volta pericoloso al 21’ con una mezza rovesciata di Pozzebon che si perde ampiamente alta. Al 37’ un tiro cross di Rafetraniana mette in leggera apprensione Al Tumi, che è comunque reattivo nella respinta in corner. La prima frazione non regala ulteriori sussulti e si conclude senza recupero. L’inizio della ripresa è di marca pugliese: dopo soli 37 secondi Cappiello impegna ancora il portiere avversario, bravo a deviare una traiettoria piuttosto insidiosa. Al 16’, dopo circa venti minuti di sospensione della partita per via di un guasto ai fari, la Nocerina si riaffaccia nell’area avversaria. Lancio illuminante di Mazzeo per Dammacco che spara addosso a Viola, bravo a sventare la minaccia coi pugni. I restanti trenta minuti di gioco non riservano altre emozioni. La girandola di sostituzioni operata dai due allenatori non sortisce gli effetti sperati. Le due squadre si devono accontentare di un punto a testa che muove la classifica, ma allontana ancora la Nocerina dalle zone alte di classifica.

Valerio D’Amico

Back to top button