Ultime news

MOLFETTA, parla mister Bartoli:”Non esistono fenomeni! Il risultato dipende dagli episodi”

La voglia di dimenticare la beffarda eliminazione dalla Coppa Italia di Serie D contro la Team Altamura e riprendere la marcia in campionato, sono questi gli ingredienti di mister Renato Bartoli a due giorni dalla gara contro la Nocerina: “Non meritavamo di perdere, fino all’87esimo il Molfetta strameritava di vincere nonostante avevo 6 under in campo. Sono bastati 4 minuti di follia per pareggiare la partita e arrivare alla roulette rigori”.

Queste le parole del trainer pugliese sull’analisi della sconfitta rimediata mercoledì scorso, nonostante il risultato negativo, Bartoli guarda al futuro, quest’eliminazione è direttamente proporzionale all’esclusiva concentrazione sul campionato: “Il Molfetta sta facendo un ottimo percorso, il nostro obiettivo è migliorare la classifica rispetto ai 42 punti dello scorso anno – palesa inoltre la fiducia che la Società gli ha garantito e continua dicendo – dobbiamo cercare di costruire lo zoccolo duro per l’anno prossimo. Non abbiamo pressioni per i risultati, confido sui 4 calciatori importanti che ho a disposizione e sui tanti ragazzi che completano l’organico”.

L’incertezza regna sovrana in questo girone, ma mister Bartoli è per il Molfetta il suo passato, presente e futuro. Ex calciatore e conoscitore del girone H, colloca nella zona alta della classifica il Cerignola, il Lavello, il Bitonto, la Casertana e la Nocerina: “La classifica in questo momento più o meno rispecchia i potenziali e gli obiettivi delle squadre, un’osservazione abbastanza azzardata la mia poiché siamo ancora ad una fase embrionale del campionato, ma la situazione è abbastanza chiara al momento”

Mister come sta preparando la gara contro la Nocerina?: “La Nocerina è una squadra che esprime un bel gioco, sa giocare a calcio sempre e in qualsiasi situazione. È un organico importante, ha un attacco considerevole con Mazzeo, Palmieri, Talamo e Dammacco, così come il reparto difensivo con Garofalo e Donida. Domenica ci attende una gara importante, solitamente non lavoro tanto sull’avversario, mi concentro sulla mia squadra e sull’interpretazione della partita. Fenomeni in questa categoria non ci sono, le partite sono tutte livellate e i risultati dipendono dagli episodi”.

A poche ore dalla chiusura del mercato il tecnico dei pugliesi conclude dicendo: “Nessuno regalo in questa finestra di mercato. Il Molfetta al momento è al completo. Devo lavorare ancora con questo gruppo fino a dicembre, non conosco ancora bene tutti i ragazzi che ho in rosa, ho bisogno di tempo e capire anche sotto l’aspetto mentale e tecnico i calciatori, la squadra e per l’85% nuova e voglio avere una maggiore lucidità e più feedback per fare una giusta analisi e modificare qualcosa”.

Maria Esposito (Foto Molfetta Calcio)

Back to top button