FotoUltime news

FOTO | DA BORDOCAMPO: Nocerina-San Giorgio 2-0

Quinta vittoria di fila con vista sui playoff. La Nocerina batte anche il San Giorgio grazie ai goal di Scrugli e Dammacco e aggancia il quinto posto in attesa del recupero tra Matino e Gravina, rinviata al prossimo 16 marzo a causa di casi di positività al Covid-19 tra le fila dei biancazzurri pugliesi. Le immagini più suggestive della gara.

CAVALLARO INCITA I SUOI FIN DAL RISCALDAMENTO. Il tecnico rossonero, beccato a più riprese dai tifosi, sente il peso della gara ancor prima del fischio di inizio. La Nocerina ha ricominciato a correre, rivede le zone alte della classifica ma il San Giorgio degli ex Ambrosino, De Liguori, Navas, De Siena e Di Pietro, è avversario tignoso in piena bagarre per non retrocedere. Qual miglior modo di scaricare tanta tensione se non quello di incitare i suoi calciatori fin dal riscaldamento per poi continuare, una volta accomodatosi in panchina, per tutto il resto della gara. Un Cavallaro tarantolato. Una strategia che, considerato il risultato, ha pagato ed anche bene.

BEL COLPO D’OCCHIO IN CURVA. Non siamo ancora ai livelli dei bei tempi che furono ma il colpo d’occhio della Curva Sud è di quelli che non ti lasciano certamente indifferente. Settore più o meno pieno, bandiere al vento ed incitamento continuo, un lusso che poche squadre del girone possono permettersi.

 

 

VINCENZO DE LIGUORI GUIDA IL PLOTONE DEI TANTI EX. Ambrosino in panchina, Navas squalificato, Di Pietro che doveva essere in campo ma si è infortunato durante il riscaldamento pre-gara, De Siena che invece la gara l’ha giocata tutta, De Liguori in veste di diesse, un San Giorgio imbottito di ex rossoneri quello che questo pomeriggio si è presentato al San Francesco. Ma non erano gli unici. Ai più non sarà certo passata inosservata la presenza a bordocampo dello storico magazziniere Giovanni “baffo” Oliva, oggi al Potenza e di Camillo Primicerio, masseur in forza al Castel San Giorgio.

SCRUGLI SBLOCCA UNA GARA DIFFICILE. Il San Giorgio è avversario ostico, impelagato nelle zone basse della classifica e a caccia di punti pesanti, la mette fin da subito sull’agonismo. Il risultato non ne vuole proprio sapere di schiodarsi dallo 0-0. Bisogna aspettare fino al 30’ quado Scrugli, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è bravissimo a sfruttare una sponda di Dammacco e a bucare Bellarosa, prima di lasciarsi andare alla meritata esultanza abbracciato dai compagni con il capitano Garofalo tra i più attivi.

DAMMACCO FIRMA IL RADDOPPIO. Passano appena sette minuti e la Nocerina chiude la pratica. Dammacco si accentra dalla sinistra e lascia partire una conclusione che non lascia scampo all’estremo difensore ospite. Undicesimo sigillo stagionale per l’attaccante pugliese.

 

 

IL RITORNO IN CAMPO DI MAZZEO. Ultime indicazioni da Giovanni Cavallaro e bacio al terreno di gioco con annesso segno della croce, Fabio Mazzeo torna così in campo dopo un lungo infortunio che lo aveva tenuto lontano dal rettangolo verde per un bel po’. Tocca qualche pallone, prova qualche scatto, la condizione inevitabilmente è da ritrovare. Speriamo che lo faccia presto. La sua classe e l’imprevedibilità sotto porta serviranno come il pane ad una Nocerina attesa da un finale di campionato rovente.

UN “TIFOSO SPECIALE”. Non conosciamo il suo nome ma una foto non si nega a nessuno, figuriamoci ad un “tifoso speciale” che segue la partita da bordocampo in compagnia del papà orgoglioso di esibire il suo scaldacollo con il logo della Nocerina e di far sentire la sua voce ogni volta che i molossi attaccano dal suo lato.

 

 

PENSARE POSITIVO, STATE OF MIND. Il San Giorgio è già sotto di due goal, la gara, ormai compromessa, volge al termine, ma quando rivolgiamo l’obiettivo verso il settore ospiti questa bella ragazza ci sorride e fa il segno della vittoria. Giusto così, nella vita bisogna sempre pensare positivo.  

 

 

LE LACRIME DI SCALZONE. Al triplice fischio, il calciatori del San Giorgio fanno ritorno negli spogliatoi a testa bassa. Tra i tanti che ci sfilano davanti ci colpisce Angelo Scalzone. Ha il volto rigato dalle lacrime, piange e mentre un compagno lo rincuora ripete più volte: “non ce la faccio più”. Uno sfogo che ci sta tutto considerata la situazione di classifica complicata del San Giorgio.

 

VESSILLO ROSSONERO AL VENTO. Rimediata la consueta dose di applausi sotto la Curva Sud a fine gara, i calciatori della Nocerina vengono scortati negli spogliatoi da questo piccolo tifoso con vessillo rossonero al vento e sguardo fiero. I molossi hanno appena conquistato altri tre punti importanti che li rilanciano prepotentemente in zona play off alla viglia del doppio impegno che, la prossima settimana, lì vedrà impegnati mercoledì a Brindisi e domenica a Caserta. Avanti tutta! 

Andrea D’Amico

Back to top button

Disabilita il blocco

ForzaNocerina.it è un sito gratuito e si sostiene grazie alle pubblicità. Ti chiediamo di disabilitare il tuo ADS Block per poter continuare la navigazione