Ultime news

Nocerina: Grasso non molla la presa; il Sindaco a lavoro tra mille ostacoli

- Pubblicità -

Ritorna, per un attimo, il sorriso in casa rossonera, dopo la brillante vittoria contro il Fasano. Ma a tenere banco nell’ambiente molosso è la delicatissima situazione societaria, dopo il dietrofront dei soci americani, che tramite un comunicato, hanno lasciato l’incombenza in mano all’Amministrazione comunale di Nocera Inferiore.

Da questo punto in poi sono iniziate le trattative ed anche le stranezze, legate alla volontà o meno di cedere la proprietà da parte di tutti i soci, ma soprattutto, delle modalità e dei ruoli.

Infatti, se da un lato il sindaco Paolo De Maio in tutt’uno con il suo vice, Umberto Iannotti, hanno cominciato a sondare il terreno ed ad incontrare imprenditori interessati ed i consulenti della Nocerina, dall’altro canto il ruolo dell’unico socio non dimissionario diventa sempre più complesso ed ambiguo.

Il socio irpino Nunzio Grasso, invece di accompagnare il sindaco De Maio, al traguardo di una risoluzione veloce, sembra addirittura voler ostacolare il percorso. Infatti dopo qualche appuntamento saltato per la sua assenza, pare si sia messo in moto, “dall’alto della sua esperienza”, per ricercare una nuova proprietà. Il tutto, con la collaborazione stretta di qualche amico nocerino, nonché, qualche collaboratore dell’attuale gestione societaria, che certamente non brilla per risultati soddisfacenti, sotto ogni punto di vista.

Un gioco, a dire il vero, abbastanza strano e tendente al massacro. Al di là di eventuali interessi personali che si vogliono tutelare, sembra arrivata al capolinea la sua esperienza a Nocera e non si capisce con quale arguzia, si possa pensare diversamente.

In queste ore sono circolati diversi nomi, stranamente tutti non locali, tutti che, letto il comunicato della società, non si sono neanche per un attimo interfacciati con l’Amministrazione comunale. Questo la dice lunga sulla regia di tali iniziative e probabilmente anche sull’esito delle stesse. Si è passati nel giro di poche ore, al mettere sul tavolo i nomi, del sempre presente Aniello Pappacena, in pole da almeno un lustro, per poi passare a Raffaele Niutta, già patron dell’Afragolese, ad un men noto gruppo napoletano, ed altri ancora che si stanno aggiungendo al lungo elenco di incontri avuti da “sedicenti” tifosi rossoneri. Incontri ed interessi, tutti da verificare, perché al momento, nessuna dichiarazione in tal senso è stata fatta dai diretti interessati.

Soluzioni che magari potrebbero garantire, uno ruolo sia allo stesso Grasso, che agli amici locali, quindi probabilmente, per questa ragione più gradite.

- Pubblicità -

Un gioco pericoloso, che potrebbe definitamente spaccare la piazza, che confidava nell’investitura del “molosso” Paolo De Maio, sinonimo di garanzie per il presente ed il futuro. Che sembra aver trovato l’interessamento forte, di un noto imprenditore nocerino, con una trattativa già in stato avanzato.

Intanto, sembra che la gestione ordinaria del presente, vedi organizzazione della gara odierna, sia stata garantita da risorse personali elargite dai componenti dell’Ammistrazione comunale di Nocera Inferiore, il che la dice lunga, anche sui comportamenti personali di talune persone.

Una situazione che dovrebbe sbloccarsi o in un senso o nell’altro. Con addirittura risvolti impensabili al momento che potrebbero avere serie conseguenze anche sul prosieguo della stagione.

Al di là della solita ricerca di notorietà di qualche pseudo tifoso rossonero, speriamo che, tutti i nocerini mettano da parte velleità ed antipatie e ritorni il buon senso, che deve vederci nuovamente tutti uniti, per far risplendere nuovamente il vessillo rossonero.

Francesco Cuomo

- Pubblicità -
Back to top button