Ultime news

GLADIATOR – NOCERINA 0-2: i rossoneri battono il Gladiator con il minimo sforzo

GLADIATOR 0

NOCERINA 2

GLADIATOR (3-4-2-1): Gobbetti; Battistelli, Manzi, Finizio (38’ st Cassata); Chietti, Ceparano, Spinozzi (38’ st Staiano), Donnarumma (15’ st Carullo); Garcia (24’ st Onesto), Mancini (24’ st Kone); Messina. In panchina: Campana, Di Lorenzo, Sansone, De Filippo. Allenatore: Pezzella

NOCERINA (3-5-2): Venturini; Crasta (15’ st Gadaleta), Fontana, Mazzei; Citarella, Basanisi (15’ st Garofalo), Uliano, Tuninetti (38’ st Vecchione), Rossi; Caccavallo (31’ pt Piccioni), Parravicini (24’ st Liurni). In panchina: Fantoni, Poziello, Esposito, El Hannaoui. Allenatore: Esposito
ARBITRO: Tagliente di Brindisi (Proietti-Di Berardino)
RETI: 29’ st aut. Finizio (G), 45’+1’ Gadaleta (N)

NOTE:  Giornata soleggiata. Spettatori 1500 circa di cui 500 ospiti. Ammoniti: Crasta (N), Rossi (N), Spinozzi (G), Uliano (N), Battistelli (G), Liurni (N). Angoli: 1-5. Recupero: 2’pt; 7’st

Primo successo in campionato per la Nocerina, i molossi apparsi sottotono per buona parte della gara, approfittano dello scivolone dei padroni di casa che regalano il vantaggio agli uomini di Esposito con una clamorosa autorete. Sulle ali dell’entusiasmo, Gadaleta chiude le ostilità con un gol meraviglioso che consente ai rossoneri di portare a casa tre punti preziosi e spegnere qualche polemica di troppo nata dopo la prima uscita in campionato.

Rivoluzione in casa rossonera dopo il mezzo passo falso di domenica scorsa contro il Cynthia. Cambio di modulo e di uomini per Mister Esposito. Fuori bomber Piccioni, Poziello e capitan Garofalo in luogo di Caccavallo, Tuninetti e Parravicini per un più accorto 3-5-2. Il tecnico del Gladiator non si scopre e si affida all’esperienza di Mancini e alla freschezza di Garcia a supporto dell’unica punta Messina.

Partita giocata a ritmi bassi per buona parte del primo tempo, con entrambe le squadre a soffrire il forte caldo di fine estate. Sono i padroni di casa a tenere il pallino del gioco, senza però mai impensierire una Nocerina contratta e povera di idee. Timidi segni di vita da parte dei rossoneri al 23’ con Rossi, che riceve palla dopo gli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la conclusione del centrocampista ospite è facile preda del portiere Gobbetti. Al 31’ mister Esposito perde Caccavallo per infortunio e lancia nella mischia Piccioni a far coppia con Parravicini. Nessun sussulto da entrambi le squadre arriva a rompere gli equilibri fino al duplice fischio del signor Tagliente di Brindisi.

Buon inizio di ripresa per i padroni di casa che al 7’ vanno alla conclusione dalla distanza con Donnarumma, la palla finisce di poco al lato. La Nocerina diventa più intraprendente con il passare dei minuti, conquistando preziosi metri nella metà campo avversario. Sono però ancora i padroni di casa ad andare alla conclusione con Spinozzi al 27’, il tiro del calciatore nerazzurro, però, è da dimenticare.

Inaspettatamente, alla mezz’ora della ripresa, i molossi passano in vantaggio: Finizio, in copertura, di testa non si intende con il portiere Gobbetti, siglando una clamorosa autorete che lascia attoniti i padroni di casa. I nerazzurri le provano tutte per cercare il pari, ma la retroguardia degli ospiti si difende con ordine e respinge gli attacchi dei padroni di casa e nel primo dei sette minuti di recupero i molossi raddoppiano con Gadaleta. Il baby rossonero riceve palla sulla trequarti supera gli avversari come birilli e deposita la palla in fondo al sacco mandando in estasi i circa 500 tifosi accorsi allo stadio Piccirillo.

Fabio Vicidomini

Immagini collegate:

Back to top button