Ultime news

NOCERINA-CASSINO 0-1: la rivoluzione di Nappi è un disastro, molossi fuori dai play off

NOCERINA 0
CASSINO 1

NOCERINA (4-3-3): Fantoni; Dorato, Mazzei, Petti (6’st Liurni), Garofalo (17’st Gaetani); Maimone, Giacinti (17’st Vecchione), Rossi (28’st Citarella); Maccari (6’st Crasta), Cardella, Guida. In panchina: Venturini, Carotenuto, Lomasto, Esposito. Allenatore: Nappi
CASSINO (3-5-2): Stellato; Cocorocchio, Mileto, Lazazzera; Raucci, Evangelista (42’st Carnevale), Mele (35’st Lucchese), Magliocchetti (37’st Mezzaroppi), Maciariello; D’Angelo (45’st Bianchi), Abreu (23’st Cavaliere). In panchina: Imbastaro, Vitale, Rossi, Tullio. Allenatore: Carcione
ARBITRO: Martini di Valdarno (Mandarino-Arshad)
RETI: 25’pt Abreu (C)
NOTE: spettatori circa 4200. Ammoniti: Cocorocchio (C), Mele (C), Mazzei (N), Cardella (N), Stellato (C), Citarella (N), Lucchese (C). Angoli: 7-4. Recupero: 2’pt; 7’st

La peggior Nocerina della stagione dice addio ai play off già in semifinale. Nella sfida del San Francesco a trionfare è il Cassino, che piega i molossi grazie ad una zampata di Abreu a metà del primo tempo. 
Nappi rivoluziona la sua squadra, regalando il debutto dal primo minuto a Giacinti e Maccari. A centrocampo Maimone vince il ballottaggio con Carotenuto; inizialmente in panchina anche Liurni, Crasta, Vecchione e Citarella. Il tecnico ospite Carcione si affida al collaudato 3-5-2 con D’Angelo e Abreu a reggere il peso del reparto offensivo.

La prima fase di gara è povera di spunti offensivi e le due squadre badano essenzialmente a studiarsi. Dopo venticinque giri di lancette, al primo vero affondo, il Cassino passa in vantaggio con Abreu, che approfitta di una leggerezza di Petti e non lascia scampo a Fantoni da pochi metri. I locali faticano ad impostare una reazione degna di nota e al 43’ sono gli ospiti ad avere una super occasione per raddoppiare con D’Angelo che colpisce di testa da posizione ravvicinata su delizioso assist di Raucci. Di puro istinto la risposta di Fantoni che consente alla sua squadra di non tornare negli spogliatoi con un passivo ancora più pesante.

Il copione non cambia nelle prime battute della ripresa, nonostante l’ingresso di Liurni che almeno prova a dare un pizzico di vivacità alla manovra d’attacco. Al 12’ registriamo un tentativo velleitario di Rossi dai venti metri. Ben più pericolosi i padroni di casa al 22’, quando Guida si invola sulla sinistra ma per due volte non riesce a smarcare i compagni meglio piazzati all’interno dell’area. I successivi cambi di uomini e schemi operati da Nappi contribuiscono a creare solo ulteriore confusione ad una Nocerina che fatica anche a cercare la via della conclusione per mettere in apprensione Stellato. Al 49’ i laziali cercano di chiudere la pratica con una bordata di Cavaliere respinta da Fantoni. Dopo un minuto Citarella si libera in area e calcia a rete. Bravissimo Stellato ad opporsi; il giovane portiere ospite è fortunato una manciata di secondi più tardi quando riesce a neutralizzare un calcio di punizione forte e teso dalla sinistra di Liurni. Al termine della contesa i fischi di disapprovazione dei circa 4mila sostenitori molossi si mischiano agli applausi per i calciatori, rammaricati per aver fallito il secondo obiettivo stagionale.  

Valerio D’Amico

Immagini collegate:

Back to top button