Ultime news

Giovanni Ciarella: ‘Siamo profondamente amareggiati’

Terza trasferta negata su tre per i tifosi della Nocerina, se non si può parlare di record poco ci manca. Dopo quelli di Siena e Lucca, infatti, ci ha pensato il prefetto di Prato ad impedirne la presenza al “Lungobisenzio”,  allineandosi a quella che ormai può essere considerata a tutti gli effetti quasi una moda. Il motivo? Quello solito: inagibilità del settore ospiti! Ma come? Eppure si tratta dello stesso settore che poco meno di qualche mese fa durante l’appendice Play Off ha ospitato circa 800 tifosi del Giulianova e tra l’altro lo stadio di Prato così come quello di Lucca è tra i migliori impianti del girone. Una farsa bella e buona insomma alla quale c’è da aggiungere che probabilmente Prato e Nocerina mai si sono incontrate nel corso della loro storia e che quindi nessun astio può esistere tra le due tifoserie. A tutte queste cose ci avranno pensato l’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive e il Prefetto di Prato? Visto com’è andata crediamo proprio di no, ma del resto non c’è da meravigliarsi, viviamo in un paese in cui i problemi difficilmente si affrontano e si risolvono, molto più semplice aggirarli lavandosene le mani. Una decisione che ha lasciato di stucco anche il Presidente della Nocerina Giovanni Citarella, raggiunto telefonicamente pochi minuti fa. “Siamo dispiaciuti e allo stesso tempo profondamente amareggiati, ha dichiarato il numero uno rossonero; Una volta appresa la notizia abbiamo provveduto ad inviare subito una protesta formale alla Lega, la quale che però si è chiamata fuori demandando ogni decisione alla prefettura competente. Il resto è storia d’oggi e sapete bene tutti com’è andata a finire. Purtroppo, continua il presidente, la Legge Maroni concede ai Prefetti ampi e insindacabili poteri decisionali in merito e noi come società siamo completamente disarmati. Abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere facendo sentire la nostra voce in tutte le sedi competenti. Mi dispiace solamente, conclude Citarella, che i nostri tifosi ne escono ancora una volta penalizzati e scelte del genere finiscono per ripercuotersi poi anche sulla squadra. Sarebbe stato fondamentale il loro apporto a Prato in questo momento particolare ma purtroppo c’è chi ha deciso diversamente”.


Lorenzo Orefice, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

Back to top button