Ultime news

La Nocerina si arrende al Gubbio

Una Nocerina con troppe defezioni si arrende a Gubbio. Le attenuanti per Pastore ci sono tutte: il tecnico rossonero ha dovuto affrontare questa trasferta in piena emergenza. Oltre a Palumbo, Sannibale e Serrapica, all’ultimo istante la Nocerina ha dovuto anche rinunciare al difensore Olorunleke. Il nigeriano è stato sostituito da Guarro, che si è sistemato sulla sinistra. Pastore non ha comunque rinunciato al 4-4-2 e nei primi minuti la Nocerina ha retto bene nonostante le difficoltá. Ed ha anche sfiorato il vantaggio: al 6′, una punizione di Cavallaro è terminata di poco alto sopra la trasversa. Clamorosa l’opportunitá maturata al 14′: dagli sviluppi di un angolo battuto da Gaeta, Riccio ha controllato il pallone nel cuore dell’area ed ha provato una semirovesciata. Il portiere è riuscito ad arrivare sulla conclusione con la punta delle dita, deviando la sfera sulla traversa Una vera disdetta per la Nocerina, che due minuti dopo ha visto gli avversari portarsi in vantaggio. Il gol del Gubbio è nato da una bella azione di Casoli, che ha lasciato sul posto Guarro, ha guadagnato la linea di fondo e poi, appena entrato in area, ha appoggiato all’indietro un pallone invitante per l’accorrente Marotta che ha dovuto soltanto appoggiare il pallone in rete. Lo svantaggio ha un po’ tagliato le gambe alla formazione di Pastore, che però ha trovato modo per riorganizzarsi e spingersi nuovamente all’attacco. Al 30′, un cross di Gaeta trova Iannelli pronto alla torsione di testa, con pallone però di poco alto. Appena un minuto dopo, Iannelli cade in area dopo un contatto con Sandreani, ma per il direttore di gara si è trattata di simulazione del capitano rossonero, punito con il giallo. Al 36′, ancora un colpo di testa, stavolta di Polichetti, sorvola di poco la traversa della porta del Gubbio. Nel finale di tempo, i padroni di casa si salvano con molta fortuna: dapprima, al 42′, Babatunde manda fuori di testa a porta vuota, dopo un’uscita errata del portiere, poi al 44′ Lamanna si ripete, non trattenendo un cross di Cavallaro, per poi salvare di piede su Iannelli. Partita vivace e nella ripresa si susseguono occasioni da gol: al 4′, Cavallaro manda alto di testa su cross di Iannelli, al 6′ Corallo spreca da buona posizione, al 7′ Lamanna deve superarsi per deviare in angolo una conclusione di Cavallaro. Un minuto dopo, infine, Rivaldo supera di slancio tre difensori e anche Franzese ma poi calcia sul palo. Sospiro di sollievo per la Nocerina ma al 17′ Sandreani imbecca l’ottimo Casoli che dribbla anche il portiere e fa 2-0.

Simone Matteucci, La Città

 

Back to top button