Ultime news

Celano: ripresa la preparazione per la sfida con la Nocerina

È di nuovo al lavoro il Celano, che si è ritrovato stamattina al “Piccone” per preparare la sfida di domenica con la Nocerina. Una partita delicata che arriva in un momento particolare per entrambe le squadre, divise da un solo punto in classifica e accomunate da qualche problema di risultati. Se da un parte il Celano non vince da 3 giornate e ha perso l’ultima gara interna con la Giacomense, dall’altra la Nocerina è reduce dall’inatteso stop casalingo con il Bassano, costato di fatto la panchina al tecnico Padalino. Celano e Nocerina giocheranno come sempre per i 3 punti ma quella con i rossoneri non sarà una partita come le altre per il numero uno biancazzurro Luigi Amabile, nato a Nocera Inferiore e cresciuto calcisticamente nel vivaio dei molossi, e soprattutto per l’ultimo arrivato Nicola Falomi. Prelevato a gennaio dalla Canavese, squadra del girone A di Seconda Divisione, Falomi ha segnato contro il Fano la prima rete con la maglia del Celano. Poi una doppietta nel derby con la Pro Vasto (splendido il secondo gol su punizione) per un totale di 3 centri in 6 gare, tutti decisivi. Ex Pistoiese, Arezzo e Pescara, Nicola ha disputato la sua migliore stagione nel 2006-07 proprio con la Nocerina, segnando 17 reti in campionato, 1 nei playout e 2 in Coppa Italia. Sarà per questo che a Nocera lo rimpiangono ancora. Tra il bomber di Cortona e il popolo rossonero c’era un rapporto speciale che il diretto interessato commenta così: “Tra me e la Nocerina c’era un forte legame ed è rimasto un grande affetto, anche se l’esperienza non si è conclusa nel migliore dei modi. In campo ho sicuramente dato molto ma posso dire di aver ricevuto altrettanto dai tifosi e porterò sempre con me questo ricordo”. Si parla ormai di ricordi visto che il presente di Falomi è nel Celano. Non ha dubbi l’attaccate: “Anche se tengo alla Nocerina adesso ho la maglia del Celano, sono un professionista e spero di essere decisivo per la mia squadra. Se segno non esulto, ho troppo rispetto per la gente che mi ha voluto bene, ma spero di fare gol perché abbiamo bisogno di punti ed io sono qui per questo”. Sul momento delicato della squadra Falomi aggiunge: “Abbiamo risentito di qualche risultato negativo, la squadra è giovane e queste cose a livello mentale si pagano. Il mister durante la sosta ha lavorato proprio per questo e sono sicuro che i risultati si vedranno già da domenica. Sicuramente ci manca qualche punto ma se la prestazione rimane quella del secondo tempo con la Sangiovannese non c’è motivo di preoccuparsi.

A Celano si lavora bene – conclude Falomi. È un ambiente ideale per fare calcio senza troppe pressioni, con il supporto del pubblico e di un presidente che ci tiene tantissimo e merita il massimo da noi”.        

 

Lorenzo Orefice;ForzaNocerina.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Back to top button

Disabilita il blocco

ForzaNocerina.it è un sito gratuito e si sostiene grazie alle pubblicità. Ti chiediamo di disabilitare il tuo ADS Block per poter continuare la navigazione