Ultime news

Nocerina, in seicento all’Arena Garibaldi Il sì del Viminale

NOCERA INFERIORE. Un caos fino alle 5 della sera, poi la svolta: la tessera del tifoso entra in vigore dal 29 agosto, con l’inizio della serie A, e quindi a Pisa possono recarsi pure i tifosi rossoneri che, senza la famigerata tessera, causa problemi d’interfaccia tra circuito Booking e Osservatorio Manifestazioni Sportive, avevano comprato il biglietto per il settore ospiti di Pisa (in foto l’Arena Garibaldi) per poi temere di dover far marcia indietro. Riepilogo doveroso: oltre 600 sottoscrizioni, nel giro di una decina di giorni. E’ il numero che alla voce Tessera del Tifoso la Nocerina porta in dote alla nuova Prima Divisione.
Un dato rilevante, quasi doppio rispetto all’attuale numero di abbonati (all’incirca 300, ma ci sará incremento verso fine mese). Il direttore generale Bruno Iovino, citato su uno striscione a Matera per il suo eccessivo ma professionale attenersi alle regole, ha comunicato con largo anticipo alle questure, come da normativa, le generalitá corrispondenti ai tifosi sottoscrittori di tessera.
In teoria solo i circa 600 avrebbero avuto diritto a comprare il biglietto per Pisa. In teoria. Ma nella realtá, tutt’altro. Le tessere materialmente non sono state ancora emesse dal Ministero ed esistono al momento solo fogli sostitutivi (non ritenuti validi per comprare i biglietti, fino al provvedimento di sanatoria con proroga emesso in serata). E poi dell’altro: le agenzie che emettono tagliandi relativi alle singole partite, circuito Booking, avevano venduto biglietti per il settore ospiti, dappertutto in Lega Pro, senza Tessera del Tifoso o foglio sostitutivo.
Tilt, caos, apprensione generale. Ma l’Italia è il paese della proroga, stavolta del buonsenso annesso. Ci pensa l’Osservatorio con l’ordinanza numero 32: la Tessera del Tifoso parte dal 29, quindi biglietti per i settori ospiti vendibili per le partite del 22 senza obbligo di Tessera, salvo superiori motivi di ordine pubblico. Tutti a Pisa, dunque.
Ma attenzione: il 29 si parte per davvero e con Nocerina-Cavese. Sul derby a rischio, l’Osservatorio ha messo mani e piedi avanti. Partita giá classificata in fascia 1, ad altissimo rischio. Modalitá di disputa definire nei prossimi giorni, senza escludere niente: porte chiuse, divieto per gli ospiti, varie ed eventuali. Iovino, pro Nocerina e pro calcio, ha rimarcato noti concetti: «La nostra idea resta immutata, giocare il derby al San Francesco, a porte aperte e con la presenza dei tifosi ospiti consentita dalle normative. Non si possono penalizzare le societá con impianti a norma, le tifoserie nelle rispettive maggioranze ed in generale lo spettacolo calcistico. La prima giornata potrebbe diventare giá un esame, massima attenzione quindi».
Ed allora ecco il prontuario, con implicite raccomandazioni del caso per il ritorno dei rossoneri in Prima Divisione: come da disposizioni della Questura di Salerno, immettersi sull’A12, uscita casello Pisa Centro, percorrere la SS Aurelia direzione Pisa, seguire Viale della Cascine e poi Via Contessa Matilde, sostare nel parcheggio destinato alla tifoseria ospite (Curva Sud) in Piazza Arcivescovado.

 

Marco Mattiello-La Città
 

Back to top button