Ultime news

Auteri pronto a cambiare, Sacilotto e Plasmati in campo dal primo minuto

All’Euganeo potrebbe scendere in campo una Nocerina diversa. Diversa, si spera, nella testa, lontana parente di quella vista all’opera nelle ultime giornate di campionato che i vari Cacia, Cutolo, Milanetto e Italiano ci metterebbero un attimo a sbranare. Diversa soprattutto negli uomini e forse nel modulo. “Qualcosa cambierà” ha affermato il tecnico durante la conferenza stampa di ieri. Impresa impossibile strappargli qualche indicazione: “inutile insistere, non vi dirò nulla sulla formazione che scenderà in campo all’Euganeo, non la conoscono nemmeno i ragazzi e quindi non credo sia giusto comunicarla prima alla stampa”. Qualche indizio però emerge: “in molte partite abbiamo sofferto la fisicità e l’agonismo degli avversari, giocherà chi in questo momento può offrire maggiori garanzie sotto questo punto di vista”. Chance per Sacilotto e Plasmati? L’impressione è che entrambe hanno ottime possibilità di scendere in campo dal primo minuto. I dubbi restano sul modulo. Si andrà ancora avanti col 3-4-3, con l’ex Lanciano al posto di De Liguori e l’ariete di Matera in luogo di uno tra Negro e Farias con Castaldo dirottato sugli esterni, oppure la repulisti  riguarderà anche l’atteggiamento in campo? Due le altre ipotesi al vaglio: 4-3-3 con Filosa esterno basso a destra, Scalise (o Bolzan) sull’out opposto e Bruno, De Liguori e Sacilotto in mediana, oppure 3-5-2 con un centrocampo più folto ed una punta in meno. Idee, teorie, pensieri che potrebbero trovare o meno conferma durante la rifinitura che oggi la squadra sosterrà nel ritiro di Camposampiero.

 

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it (foto ©2011 di GiusFa Villani)

Back to top button