Nocerina, il campionato è alle porte

Nocerina, il campionato è alle porte

Ormai ci siamo: domenica alle ore quindici, contro la Giacomense, la Nocerina disputerà la sua prima gara del campionato di Seconda Divisione girone B, festeggiando il suo ritorno tra i professionisti dopo due anni di inferno in serie D. Il suo ritorno tra i professionisti, in realtà, la Nocerina lo ha già festeggiato. I molossi, infatti, hanno già disputato quattro gare ufficiali. In queste quattro gare una vittoria, un pareggio e due sconfitte. Il bilancio sembra negativo, ma lo spessore delle avversarie che la Nocerina ha affrontato non fa disperare Pastore. Nella prima gara i rossoneri sono usciti a testa alta dal Curi di Perugia, perdendo per uno a zero e andando anche più di una volta vicini al gol. Nella seconda gara la Nocerina è stata battuta dal Catanzaro, dopo che era stata in vantaggio per quasi tutta la gara grazie a un gol di Polichetti, nota piacevole di questo precampionato dei rossoneri. La terza gara, la prima ufficiale al San Francesco, ha visto la Nocerina pareggiare per 1 a 1 contro il Siracusa. Nella più recente esibizione, contro l’Igea Virtus, i rossoneri hanno trovato il primo sorriso della nuova stagione, imponendosi per due a uno grazie ai gol di Serrapica e Giraldi, l’usato sicuro che non delude mai. Oltre ai risultati Pastore ha potuto cogliere indicazioni importanti in vista dell’inizio del campionato.                                                                                                       

Il reparto apparso in migliori condizioni è il centrocampo. Di Serrapica e Giraldi si è già detto; Cavallaro è un punto fermo, anche se la sua condizione fisica non è ancora la migliore: De Rosa e Iannini, dall’alto della loro classe e della loro esperienza si sono inseriti bene; Polichetti è una piacevole conferma, che ritornerà molto utile a Pastore nel corso delle stagione; Gaeta, ultimo arrivato in casa rossonero è sembrato abbastanza convincente nella sua prima apparizione con la casacca rossonera.

La difesa, essendo cambiata completamente ha ancora bisogno di essere assestata. Pastore ha a disposizione Sannibale, Terracciano, Guarro, Masciarelli, Apicella, Riccio, Sodano e Tomacelli; sceglierà i più in forma, di volta in volta, anche se Sannibale e Terracciano sembrano essere la coppia centrale titolare della nuova Nocerina.                                                           

Per quanto riguarda il reparto offensivo, invece, i dubbi sono più grandi. In organico ci sono i confermati Palumbo e Babatund e il nuovo acquisto Borrelli, giovane attaccante l’anno scorso in forza al Sapri. Palumbo non è ancora in forma smagliante; nessun gol nelle gare di coppa Italia, (solo la traversa contro l’Igea Virtus) e tante occasioni mancate, a volte anche incredibilmente. Il bomber, che l’anno scorso con i suoi gol ha regalato la promozione ai molossi, è ancora lontano parente del brillante attaccante che l’anno scorso decideva spesso e volentieri le partite a favore della Nocerina. Babatunde, reduce addirittura dal ricovero in ospedale, a causa di una febbre alta, sembra essere il più in forma degli attaccanti. Lo scatto c’è sempre e anche la voglia di battersi fino all’ultimo istante. Di Borrelli non ci sono state tracce. E’ancora un punto interrogativo, in molti sperano una scommessa vinta da Accardi e Pastore.               

Capitolo mercato: la Nocerina non è ancora completa; manca un attaccante, che faccia fare il salto di qualità alla squadra. Tante piste seguite, tra cui quella di Falomi e Iannelli. Accardi aspetta ancora, magari cercando di acquistare qualche attaccante in uscita dalla PrimaDivisione.                                                                                       

La squadra, insomma, tra pregi e difetti si prepara al suo debutto. Anche i tifosi sono carichi, pronti a sostenere i loro beniamini e dimostrarsi anche quest’anno il dodicesimo uomo in campo!

 

Valerio D’Amico, ForzaNocerina.it