Ultime news

Siviglia s’allontana La Nocerina stringe per Di Maio in difesa

NOCERA INFERIORE. Una pedina ulteriore per la difesa. Nocerina con voglia di chiudere alla grande la sessione estiva di mercato. Vorrebbe regalarsi un colpo ad effetto, il possibile ingaggio di Sebastiano Siviglia, ma nello stesso continua a seguire gli sviluppi della vicenda Catanzaro dal sapore di telenovela, riguardante Roberto Di Maio. Di sicuro il diesse Pastore lavoro su tal fronte e su altro, mettendo in preventivo possibili alternative. Capitolo Siviglia: si parlava di arrivo imminente per allenamento, oggi o domani.Poi si sarebbe deciso con calma sul da farsi, ovvero accettare o meno le proposte per il tratto finale di carriera. Ma l\\\’ex Lazio ha frenato gli entusiasmi della piazza che lo riabbraccerebbe con gioia: «Sono giorni di valutazioni generali, non posso prendere una decisione immediata. Ormai la mia famiglia è a Roma, al di lá del calcio. Spostarmi o non spostarmi più, sará una scelta che farò assieme ai miei affetti». La Nocerina è pronta a prospettargli un rapporto pluriennale, da calciatore nella stretta attualitá, da quel che vorrá subito dopo. Lui conferma contatti e amicizie, senza però andare oltre: «Con Giovanni e Cristian Citarella mi sento spesso, c\\\’è amicizia. So che mi vogliono alla Nocerina. In questa fase rifletto, senza escludere niente ma senza avere ancora un\\\’idea precisa su quel che farò. L\\\’affetto della gente so che è ancora grande, l\\\’ho constatato l\\\’anno scorso quando ho visto la partita con la Sangiovannese ed ho partecipato al Memorial Pecoraro. Affetto da me ricambiato».  Siviglia, dopo trecentocinquanta partite tra A e B, vuol magari capire se ci sono gli stimoli giusti, a trentasette anni e mezzo, per continuare a battagliare, non più in massima serie ma in Lega Pro. E poi c\\\’è dell\\\’altro, magari fino al 31 agosto spera che qualcuno di A che l\\\’aveva sondato il mese scorso si rifaccia vivo, nel caso specifico il Cesena per proporgli di allungare di un anno la militanza d\\\’alto bordo.  In cuor suo ha pensato anche di smettere, magari attendendo che si concretizzasse una mezza promessa di Lotito per iniziare con la Lazio una carriera con altre mansioni. Andrá come andrá, magari Siviglia tra qualche giorno comparirá per davvero al San Francesco in allenamento. Ma il mercato difensivo molosso non può attendere. Per tale motivo, Pastore oggi cercherá di chiudere, ancora una volta, l\\\’estenuante trattativa con Roberto Di Maio, pupillo di Auteri. Il Catanzaro ha cambiato societá ed ha affidato al brasiliano Ze Maria la panchina. Scenario più semplice o più complicato per parlare di mercato ? Ad oggi la risposta. La Nocerina vuole Di Maio. Il Catanzaro fino a qualche giorno fa era intenzionato a prendersi Terracciano, Sannibale e quel Giraldi rimasto comunque in orbita rossonera. In uscita, con auspicate altre direzioni, restano pure Gaeta, Apicella e Polichetti. Oggi però sotto con l\\\’ultima entrata o quasi: Di Maio nel mirino.

COPPA ITALIA

Cinquina molossa

NOCERINA 5
ANDRIA 0

lNOCERINA: Terracciano, Nigro, Sardo (8\\\’ st Pastore), Bruno, Pomante, Riccio, Pepe, Lettieri, Medugno, Castaldo (1\\\’ st Bove), Catania (1\\\’ st Trezza). A disp.: Amabile, Vittozzi, Cavallaro, Galizia. All.: Auteri.
lANDRIA: Donateo, Difino, Giampietro (10\\\’ st Palumbo), Di Bari, Civita, Lops, Chiatante (21\\\’st Fusiello), Vassalli, Capone (8\\\’ st Orofino), Leonetti, Quacquarelli. A disp.: Cannone, Damato, Tota. All.: Loconte.
arbitro: Di Paolo di Avezzano
RETI: 9\\\’ pt e 44\\\’ pt (r ) Castaldo, 33\\\’pt Pomante, 42\\\’ pt Catania, 8\\\’ st Pepe
NOTE: spettatori 500 circa. Ammoniti: Giampietro. Angoli: 6-2 per la Nocerina. Recupero: 1\\\’pt, 2\\\’st.

 

NOCERA INFERIORE. Vince facile la Nocerina: 5 gol, 3 punti e comando del girone a quota 6. Squadra di Auteri in maschera (4 o 5 titolari), Andria tutta Berretti. Sblocca Castaldo, infilando il \\\’94 portiere avversario. Raddoppia Pomante: di testa, da corner. Lettieri ispira, Castaldo generoso, Catania va di tris. Il quarto è di rigore: fallo su Catania, dischetto felice per Castaldo. Tante occasioni e trame, senso unico. Intervallo: Citarella parla in curva coi tifosi. Auteri toglie gli attaccanti per non infierire e far riposare. Una torre d\\\’illuminazione va in tilt. Ma si accende la potenza di Pepe: 5-0. Un legno e qualche parata di Terracciano: così l\\\’Andria per insidie, relative, nel finale.


fonte: Marco Mattiello, La Città (FOTO CIRO PISANI)

Back to top button

Disabilita il blocco

ForzaNocerina.it è un sito gratuito e si sostiene grazie alle pubblicità. Ti chiediamo di disabilitare il tuo ADS Block per poter continuare la navigazione