Ultime news

Un Sassuolo nuovo e giovane

Si riparte con nuovo entusiasmo. Con quello che era scemato mese dopo mese nella scorsa stagione, quella che doveva essere la stagione della consacrazione. L’obiettivo era la A, e invece il Sassuolo addirittura ha rischiato di scivolare in Prima Divisione. Si riparte, con un look nuovo, una rosa quasi totalmente rinnovata e ringiovanita. Diverse partenze, e tantissimi arrivi. Con il solito marchio di fabbrica: il classico 4-3-3 che anche Fulvio Pea ha spostato in neroverde .

DIFESA. Senza le manone di Walter Bressan, idealmente già da tempo fuori dal progetto Sassuolo e soltanto in cerca di una “giusta” collocazione, dopo il super girone di ritorno dello scorso campionato spetterà ancoraad Alberto Pomini (’81) difendere la porta del Sassuolo,  mentre alle sue spalle parte Davide Bassi (’85) arrivato in estate dal Torino (era già a Empoli), e voglioso di riscatto dopo essersi ritagliato poco spazio in granata. Davanti alla coppia Pomini – Bassi, una marea di volti nuovi. Sulla corsia di destra Lorenzo Laverone (’89) acquistato in comproprietà dalla Reggina duellerà con Angelo Rea (’82), anche se nelle prime uscite Fulvio Pea, ha testato il difensore campano nella zona centrale. Dove “vivono” Paolo Bianco (’77), al momento però messo ko da un infortunio alla schiena, e capitan Marco Piccioni (’76) il più “vecchio ” della truppa, e da luglio anche Emanuele Terranova (’87) in cerca di riscatto dopo la retrocessione a Frosinone, e Daniel Cappelletti (’91) che nella scorsa annata ha racimolato tre presenze con la maglia del Padova, in attesa di capire il futuro di Leonardo Massoni (’87) che verosimilmente verrà rigirato in

prestito in Prima Divisione. Sulla corsia di sinistra invece, oltre a Nicola Donazzan (’85) ancora ai box, il “capo fascia” dovrebbe essere Alessandro Longhi (’89), al pari di Terranova, neo retrocesso con la Triestina. Longhi sembra in vantaggio su Nicolò Consolini (’84), uno dei pochi confermati, che Pea ha giostrato su entrambe le fasce in queste prime uscite di Coppa Italia.

CENTROCAMPO. Se si esclude Antonio Cinelli (89′), che in precampionato si è fratturato il quinto metatarso del piede sinistro, al momento sono cinque gli uomini a disposizione. Dall’ altro capitano Francesco Magnanelli (’84) che ha rinnovato per altri due anni e che Pea ha “r innovato” come mezz’ala, a Michele Troiano (’85) mezz’ala a sinistra, passando per il nazionale australiano Carl Valeri (’84) mentre le novità sono rappresentate dai giovanissimi Isaac Cofie (’91) l’anno scorso a Piacenza ma di proprietà del Genoa, e Karim Laribi (’91) targato Palermo e per gli ultimi dodici mesi nel Foggia Zdenek Zeman.

ATTACCO. C’è il più giovane della rosa, Yidom Richmond Boakye (’93), al pari di Cofie scuola Genoa, poi ci sono gli altri nuovi Gianluca Sansone (’87) come Terranova, che vuole riscattare la retrocessione del Frosinone, e l’ultimo arrivato Ettore Marchi (’85) acquistato dalla Triestina. Poi le conferme di Salvatore Bruno (’79), Alessandro Noselli (’80), e i “r ientr i” di Diego Falcinelli (’91) prestato al Foligno, e Gaetano Masucci (’84 ) dal Frosinone. Saluteranno invece a breve, Daniele Martinetti (’81), Leonardo Pavoletti e Mario Titone (entrambi ’88).


Andrea Melli, L’Informazione di Modena

Back to top button