Ultime news

SASSUOLO. Pea: ”mi aspetto una Nocerina combattiva”

Scatta il ritorno, e chissà se il Sassuolo continuerà la sua progressione. Perché quaranta punti in ventuno gare, ovvero tutto il girone di ritorno, significano ambizioni e aspirazioni. Missiroli e Troianiello dal mercato, attendendo gli altri due colpi che Fulvio Pea aveva richiesto. “Non è cambiato nulla dallo scorso quattro dicembre. Non è cambiato nulla né nei nomi in entrata né nei nomi in uscita; so che per quanto riguardo le uscite c’è stata qualche difficoltà in più. Ma il direttore si sta movendo molto velocemente per risolvere quelle situazioni che cercheremo di portare a nostro farìvore”, spiega Pea che fa chiaro riferimento al difensore centrale che arriverà a stretto giro di posta e che dovrà essere camaleontico nell’adattamento alla difesa a tre. Quella che il tecnico neroverde proporrà anche stasera al “San Francesco d’Assisi”, dinanzi ad una Nocerina che non è più quella di Auteri, e che nel frattempo  diventata quella di Campilongo. “La Nocerina ha disputato degli anni bellissimi sotto la gestione Auteri e a lui vanno i miei migliori auguri. Oggi ha voltato pagina, per loro inizia una nuova avventura. Lo spirito sarà quello di non arrendersi di fronte alle prime difficoltà e magari dimostrare al nuovo allenatore, che i giocatori che ci sono già possono essere utili alla causa della Nocerina“, spiega Pea che rispetto al sofferto successo di venerdì scorso con la Juve Stabia si aspetta passi in avanti. Specie, da quelli che, al rientro settimana scorsa, hanno messo nelle gambe altre sette giorni di lavoro. “Con la Juve Stabia oltre ad essere la prima del 2012, era la prima per Marzoratti e Valeri dopo un mese, ed era anche la prima con il Sassuolo di Missiroli; certamente sette giorni in più di lavoro ci aiuteranno. Un passo in avanti me lo aspetto e sono convinto che, avendoli seguiti in allenamento, quel passo in avanti lo faranno molto volentieri”.

 

fonte: Andrea Melli, L’Informazione di Modena

 

 

Back to top button