Ultime news

BERRETTI. Nocerina show: 6-0 al Melfi

NOCERINA-MELFI 6-0

reti: 44’  e 58′ (r) Simonetti, 46′ e 56′ Di Palma, 66’ Aprile, 93’ Di Prisco

NOCERINA (4-3-3): Schina; Arena, Flora, Comentale, Liccardi; Aprile (70’ Ferrara), Scuotto (62’Sorrentino), Di Prisco; Di Palma, Simonetti, Minicone (80’ Zeccolini). A disposizione: Di Guida, Rizzuto, Adiletta, Masi. Allenatore:  Miccio.

MELFI (4-3-1-2): Nobile; Petito (53’ Ricchiuti), Scelzo F., Fortuna; Del Priore, Natiello (70’ Vodola), Laccertosa; Graziano (63’ Fortunato); Vizzuso, D’Andrea. A disposizione: Scelzo C., Donato, Del Cogliano, Pacella. Allenatore: Natiello.

note: terreno di gioco in pessime condizioni,  ammoniti Di Palma (N) e Scelzo (M), espulso per fallo da ultimo uomo Toglia (M), angoli 5-3, recupero 2’pt, 3’st

La Berretti liquida con un secco 6-0 la pratica Melfi. Al San Francesco non c’è storia, i lucani tengono il campo fino a pochi minuti dalla fine del primo tempo poi l’uno-due micidiale dei molossi, in goal Simonatti al 45’ e Di Palma un minuto dopo, li manda al tappeto. Alla sua prima ufficiale nel principale impianto cittadino l’undici di Miccio ha voglia di ben figurare, di dimostrare che nonostante tutto la Nocerina è ancora viva, un tasto sul quale lo stesso tecnico rossonero batte con forza a fine partita: “Le difficoltà sono tante, all’ordine del giorno, ma andiamo avanti con dignità. L’obiettivo è quello di garantire un futuro, anche se solo dal punto di vista tecnico, alla Nocerina. I play off? Sarebbe bello riuscire a centrali, ma al momento la Salernitana ci precede di quattro punti, anche se abbiamo ancora da giocare lo scontro diretto in casa e tutto può succedere”. In effetti alla Berretti vista oggi in campo contro il Melfi nessun traguardo è precluso. Squadra ordinata, micidiale nelle ripartenze, che voleva la vittoria a tutti i costi, per tenere il passo delle altre grandi del girone, e l’ha ottenuta. I lucani non sono andati al di là della buona volontà, alla lunga il divario tecnico tra le due formazioni ha fatto la differenza nonostante Vizzuso, il più talentuoso dei suoi, in prestito dal Crotone da gennaio in poi, ha provato a tenerli a galla. Sua al 9’ la prima conclusione del match, palla alta sulla traversa. Un minuto dopo Scelzo di prima intenzione gira a rete il calcio di punizione battuto da Natiello, sfiorando il palo alla destra di Schina. Alla Nocerina serve qualche minuto per carburare, ma quando entra in partita per il Melfi sono dolori. Al 40’ Minicone pesca Di Prisco, la conclusione del talentuoso centrocampista molosso viene smorzata da un difensore ospite e i gialloverdi si salvano. È il preludio al goal del vantaggio. Minuto ’44, incursione di Di Prisco che libera in area Di Palma, tiro ad incrociare del numero sette che Nobile non trattiene, per la gioia di Simonetti che da pochi passi mette a segno il suo sedicesimo goal in campionato. Passa appena un minuto e la Nocerina raddoppia: cross di Minicone, piattone a volo di Di Palma e squadre al riposo sul 2-0. Il monologo continua nella ripresa. Al 49’ e al 51’ Di Prisco alza troppo sulla traversa i cross del neo entrato Zeccolini e del solito Di Palma, che al ’56 lanciato in profondità da una magia di Simonetti salta il portiere in uscita e deposita in rete il pallone del 3-0. I due si intendono a meraviglia e due minuti dopo confezionano il quarto goal. Questa volta e Di Palma a servire Simonetti in area, Toglia lo mette giù, per l’arbitro è rigore ed espulsione per il difensore del Melfi. Dagli undici metri Simonetti non sbaglia. Al ’62 il tiro a giro di Scuotto si perde di poco fuori. È più fortunato e preciso Aprile che quattro minuti dopo infila ancora Nobile a fil di palo con una chirurgica conclusione da fuori area. Il 6-0 a zero è nell’aria, al ’70 Flora sugli sviluppi di un calcio da fermo colpisce il palo, all’81 Nobile si salva su una conclusione ravvicinata di Arena, ma nulla può quando all’ultimo dei tre minuti di recupero Di Prisco mette a sedere due avversari e chiude i conti. Ancora Miccio: “Il Melfi ha provato a metterci in difficoltà e ha tenuto bene il campo fino al 2-0, poi non c’è stata partita. Per i ragazzi non era facile giocare su questo campo, sia per una questione di dimensioni, visto che è più grande di quello di Nocera Superiore dove giochiamo di solito, sia soprattutto per il fattore emotivo che inevitabilmente s’è fatto sentire, senza contare le pessime condizioni in cui versa il manto erboso appesantito anche dalla pioggia. Gran prova di carattere dei miei ragazzi, sono molto soddisfatto”.

D’accordo il tecnico lucano Natiello: “Già all’andata la Nocerina ci aveva messo in grossa difficoltà, il secondo goal ci ha tagliato definitivamente le gambe, fino ad allora eravamo rimasti in partita poi siamo calati alla distanza e la maggiore caratura tecnica dei nostri avversari ha finito per fare la differenza”.

A fine gara supplemento di lavoro per l’AD Canale e i dirigenti Rino Del Monte e Paolo Oliva. C’è da reperire un campo per far allenare la Berretti anche di martedì, al momento la squadra svolge solo tre allenamenti settimanali peregrinando tra Pucciano e Castel San Giorgio, rapido giro di consultazioni e si trova l’accordo con l’Agrese che ad inizio settimana svolgerà uno stage in collaborazione con l’Udinese sul prato del San Francesco e per ricambiare il favore concederà alla Nocerina di utilizzare uno dei suoi campi in zona San Mauro. Una soluzione temporanea che Miccio spera di tramutare a breve in un accordo duraturo. Intanto il tecnico romano è già in clima derby. Nel prossimo impegno di campionato contro la Paganese dovrà rinunciare a Di Palma squalificato e Minicone infortunato, ma ha già pronte soluzioni alternative. Dagli spogliatoi spunta il baffo di Giovanni Oliva, lo storico magazziniere abbozza un sorriso che, dopo le lacrime ed il silenzio di qualche giorno fa, vale più di mille parole.  Almeno negli occhi dei collaboratori rimasti al fianco dei colori rossoneri, la Nocerina è ancora viva.

Non c’è tempo però per festeggiare, domani tocca ad Allievi e Giovanissimi. I primi devono battere il Barletta per continuare a rincorrere il sogno play off, i giovanissimi proveranno a farsi valere contro l’ostico Crotone.

Andrea D’Amico, ForzaNocerina.it

Back to top button