Nocerina: e intanto il tempo se ne va…

Nocerina: e intanto il tempo se ne va...

E intanto il tempo se ne va… proprio come cantava il “molleggiato” cantautore milanese Adriano Celentano. Scorre via il tempo in attesa di capire cosa ci sia all’orizzonte della compagine rossonera.

La proprietà è arrivata al solito bivio estivo, un momento epocale: scegliere la strada da intraprendere. Sarà quella solita, fatta da mera propaganda corredata da fatti impalpabili o quella concretezza che, al momento, resta davvero una chimera.

Gli annunci ufficiali, tanto attesi dal popolo rossonero, al momento appaiono solo di facciata, ma di tempo per fortuna “ce n’è e ce ne sarà”. Infatti, al 5 luglio, trattasi solo di giovani o comunque dell’organizzazione del settore giovanile, ma della prima squadra, al di lĂ  di dichiarazioni di blindature, saldature o messe in sicurezza, ancor oggi non è ufficiale nemmeno lo staff tecnico.

I tifosi si aspettano ben altro. Un giovane promettente non entusiasma, non rappresenta nessuna garanzia per un cambio di rotta tanto annunciato e desiderato ma, probabilmente, distante molte miglia dalla realtà. Si è iniziato con un giovane Prevete, ma in realtà ci si aspetta un navigato Cardinale.

L’unica data certa in quarta serie, al momento, è l’arco temporale che va dal 20 luglio sino alle ore 18,00 del 24 dello stesso mese, tempo dedicato alle iscrizioni delle societĂ  aventi diritto alla partecipazione al torneo 2020/21. L’iscrizione,  al netto di clamorose novitĂ , non rappresenta in nessun modo una preoccupazione per il popolo molosso. Per grandi linee, lo stesso arco temporale potrebbe, invece, essere un crocevia per le scelte di chi dovrĂ  guidare, per la nuova stagione, la compagine rossonera. L’auspico è che per tale data sia stata allestita una squadra degna delle aspettative personali e della piazza, che ha voglia di riscatto e di rispetto per una storia che dura da piĂą di un secolo.

Probabilmente, tale tempistica potrebbe non essere sufficiente per una piazza che, oramai, ha esaurito tutte o quasi le aspettative e la pazienza nei confronti di una società ritenuta non all’altezza del blasone rossonero.

Francesco Cuomo; ForzaNocerina.it