dalla Società

DA ZERO A DIECI, edizione speciale! Un po’ numeri sulla strana stagione dei rossoneri

Solitamente, nei giorni che vanno tra la di un anno solare e l’inizio del nuovo si tirano le somme della prima parte della stagione. Solitamente, questo tipo di esercizio ha senso perché, in questo periodo, tra una gara e l’altra, si giunge (più o meno) alla fine del girone di andata. Inutile rivangare quanto il 2020 sia stato un anno particolare. Così, tra un rinvio e un altro, la Nocerina si è trovata a disputare, nel corso della stagione della Serie D stagione 2020/2021, solamente 8 gare ufficiali. Ripercorriamo questa anomala stagione… da 0 a 366.

0 Le gare di Coppa Italia di Serie D disputate dai molossi annullata per le note vicende legate al COVID-19. Un peccato sia per il valore della manifestazione tricolore in sé (la quale, comunque, mette in palio un titolo nazionale, sia per la possibilità che queste gare danno alle squadre, fresche fresche di mercato estivo, di affinare schemi e testare potenzialità contro avversari di pari valore in sfide che, dopo le amichevoli estive, mettono in palio qualcosa.

1 La gara con il pubblico disputata al San Francesco in questa stagione. Intorno alla prima metà del mese di ottobre sembrava che il particolare tipo di coronavirus che ci sta attanagliando da mesi avesse optato per una tregua nel numero dei contagi. Per questo motivo, la Lega Nazionale Dilettanti aveva autorizzato la riapertura degli stadi, seppur a scartamento ridotto e previo distanziamento sociale. Grazie a quella mossa coraggiosa, i tifosi rossoneri hanno potuto riabbracciare i propri beniamini in occasione della gara, infrasettimanale, con la Torres. Alla gioia per la bella vittoria è seguita la notizia di una nuova chiusura degli impianti. Peccato, senza tifosi il calcio è uno sport monco.

2 Le stesure del calendario da parte della Lega Nazionale Dilettanti. Non è bastato rimandare quanto più possibile la diramazione dei gironi; non è bastato ritardare la stesura dei calendari a quanto più in là nel tempo fosse consigliabile. La prima parte della stagione 2020/2021 è stata costellata da un numero di gare rinviate così alto, da mettere in difficoltà tutti i responsabili della sede romana della LND. Per questo motivo, la Lega ha preferito stilare a inizio dicembre un nuovo calendario, il secondo della stagione, con la viva speranza che, stavolta, sia possibile rispettarlo.

4 Le gare che i molossi disputeranno “in casa” a gennaio (mese che vedrà impegnati i molossi in 5 incontri, in totale, se si considera la trasferta di Formia). La Nocerina ospiterà tra le mura amichevoli del Novi di Angri il Carbonia, il Cassino, l’Arzachena e la gara di recupero contro il Sassari Latte Dolce (che potrebbe disputarsi il 13 gennaio). La dolorosa decisione di abbandonare il San Francesco è stata presa dalla società rossonera (come specificato dalla stessa in un comunicato ufficiale) non solo a causa delle pessime condizioni del manto erboso, messo a dura prova dal maltempo degli ultimi giorni, ma anche, apprendiamo con rammarico, per le precarie condizioni delle nuove panchine (quelle alloggiate poco più di anno fa e omologate per le gare delle Universiadi) e del serpentone (non più in uso, in realtà, da tanti anni). Speriamo che chi di dovere possa provvedere repentinamente al ripristino dello stato dei luoghi per non privare i tifosi molossi del piacere di vedere disputare (anche se solo via internet) le gare delle propria squadra del cuore presso la loro sede non solo storica, ma anche naturale.

6,5 Il voto al reparto arretrato dei molossi. In 8 gare la Nocerina ha subito solamente 8 gol (la maggior parte dei quali da big del campionato, restando quasi sempre inviolata contro i team di bassa classifica). Ma è anche vero che ha palesato più di una volta limiti sulle palle alte. I cross effettuati dagli avversari verso l’area di rigore rossonera sono praticamente sempre preda dei calciatori avversari. Insomma, in difesa bisogna rivedere qualcosa.

7,5 Il voto, complessivo, a centrocampo e attacco rossonero, due reparti che hanno svolto particolarmente bene il proprio lavoro. I tanti gol messi a segno dai calciatori molossi non sono frutto del caso, ma di un continuo dialogo tra i reparti della squadra.

7 Come voto, alla tabella di marcia tenuta dalla Nocerina fino a questo momento. Il tecnico Giovanni Cavallaro, a inizio stagione ha dichiarato che l’obiettivo della squadra rossonera è stare nella parte sinistra della classifica. I molossi ci stanno riuscendo dimostrando che possono ottenere una salvezza più che tranquilla e, perché no, strizzare un occhio ai Play off. Se proprio bisogna trovare il pelo nell’uovo, talvolta non bisognerebbe ostinarsi a ripartire dal basso, specialmente quando la gara si mette male, ma servirebbe più grinta e cattiveria agonistica.

8 Le gare ufficiali disputate in stagione dalla Nocerina. Un campionato spezzettato; allenamenti saltati; condizione fisica acquisita, perduta, da acquisire di nuovo. Non è facile esprimersi sempre al 100% in queste condizioni. Non sarà facile riprendere di botto, dopo le festività natalizie, e affrontare – salvo sorprese – le tante gare (anche infrasettimanali) che il calendario bis della LND ha fissato nel mese di gennaio. Su questo aspetto, il mister Giovanni Cavallaro, gli atleti e i componenti dello staff rossonero meritano tanta comprensione un forte incoraggiamento.

13 Lo score in classifica della Nocerina. La media di 1,625 punti a gara è assolutamente esaltante quando i molossi hanno affrontato le squadre che, attualmente, occupano i bassifondi del campionato (vittorie contro Giugliano, Torres, Nola, New Team Florida e pareggio a Lanusei) e ferma a zero in occasione degli scontri con squadre di medio/alta classifica (sconfitte contro Savoia, Gladiator e Monterosi, tutte maturate lontano dalle mura amiche).

14 Le reti messe a segno, complessivamente, dai molossi. Comanda la speciale classifica interna dei marcatori Adama Diakité. Il bomber ivoriano è stato il primo acquisto altisonante della stagione estiva. Ha saputo ripagare la fiducia della società rossonera mettendo a segno 5 reti, uno score che ha portato il suo nome sui taccuini di altre società, Taranto e Cavese in primis. Il bomber potrebbe lasciare Nocera già nei prossimi giorni (il mercato, attualmente, vede i metelliani favoriti anche in virtù delle sirene legate alla categoria superiore). La classifica dei marcatori rossoneri è completata da Dammacco (4 reti), Cuomo, De Iulis, Donnarumma e Katseris, tutti pari merito a una rete (come una è stata l’autorete a favore).

366 I giorni del 2020, un anno bisestile che bisogna cancellare quanto prima per ripartire da una tanto rimpianta normalità.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it

Back to top button