Ultime news

A Bellaria senza Babatunde e Vicari

Non bastavano le squalifiche di Giuliano, Iannini e Camorani a Bellaria Padalino dovrà rinunciare anche a Babatunde e Vicari già assenti nell’ultima casalinga contro la Lucchese. A dire il vero le speranze di rivedere il colored nigeriano in attacco erano ridotte al lumicino visto che per tutta la settimana ha svolto allenamento differenziato e non ha preso nemmeno parte alla partitella del giovedì contro la Real Boschese a differenza di Vicari che, anche se solo nel secondo tempo, in campo ci era sceso, e che Padalino pensava di avere a disposizione al Comunale “E. Nanni” di Bellaria Igea Marina. Niente da fare, entrambe i calciatori sono rimasti a casa complicando ancora di più i piani del tecnico rossonero.

Provato anche ieri il 4-3-3 che sembra essere a meno di novità dell’ultima ora il modulo con il quale la Nocerina affronterà l’undici romagnolo guidato dal duo Pregnolato – Zauli. Qualche perplessità in più sugli uomini che scenderanno in campo soprattutto nella zona nevralgica. La gara è di quelle delicate con i biancazzurri che seguono i molossi ad appena due punti di distacco è logica imporrebbe di non rischiare il giovane Lettieri ne tanto meno Giovanni Serrapica reduce da un brutto infortunio, ma in situazioni di emergenza come quella di domenica tutto è possibile.

Sicuro della conferma il giovane Pietro Terracciano tra i pali, difesa a quattro con Musacco e Riccio sugli esterni e Cuomo e il rientrante Olorunleke al centro; in mediana è ballottaggio tra il trio di centrocampo provato in amichevole giovedì Gaeta-Giraldi-Cavallaro e l’eventuale inserimento di uno tra Lettieri e Serrapica, in questo caso Cavallaro avanzerà il suo raggio d’azione nel trio d’attacco che oltre ai confermati Palumbo e Rana dovrebbe vedere in campo l’ultimo arrivato Daniel Margarita reduce dal positivo esordio con la maglia rossonera con tanto di assist vincente per il goal del pareggio di Palumbo domenica scorsa contro la Lucchese.

 

Francesco Cuomo, ForzaNocerina.it (foto Giuseppe Fabio Villani)

 

Back to top button