NOCERINA, settimana decisiva per mercato e girone

NOCERINA, settimana decisiva per mercato e girone

Archiviata con un pari l’amichevole del Novi contro l’Angri, si inizia a fare sul serio in casa Nocerina. A meno di due settimane dal primo impegno ufficiale (la Coppa Italia di domenica 20 settembre), la Nocerina non ha ancora un tecnico (pare Giovanni Cavallaro non si sia ancora legato ufficialmente alla società di Via Barbarulo) e mancano diversi calciatori in grado di dare all’organico quel qualcosa in più per affrontare al meglio la prossima stagione.

Intervistato dalla stessa società rossonera durante il breve ritiro di Bracigliano-Siano, Riccardo Bolzan aveva affermato che dal primo settembre sarebbero arrivati in rossonero sei elementi dalla Lega Pro. La tragica perdita del cognato ha, comprensibilmente, rallentato le operazioni di mercato del DS. Sfumati D’Anna (accasatosi al Giulianova) e Ferrario (il bomber ha firmato per la Giana Erminio), i nomi circolati nelle ultime ore sono quelli di Adriano Sartorio Mezavilla e Antonio Letizia. Classe 1983, il primo è un centrocampista brasiliano bandiera della Juve Stabia (per lui 10 presenze in Serie B nella scorsa stagione). Il secondo, classe 1987, è un attaccante non particolarmente prolifico ma dal curriculum che parla di categorie superiori e maglie importanti come quelle di Cosenza, Reggiana, Catanzaro, Modena e Rimini. Secondo radiomarciapiede, intanto, anche Cavallaro sarebbe affacciato alla proverbiale finestra per osservare l’operato della società. La firma del contratto da parte dell’ex bomber rossonero sarebbe subordinata agli arrivi dei giocatori di qualità promessi dalla dirigenza.
Che “questa settimana sarà decisiva” si dice da inizio luglio. Stavolta, però, il tempo comincia a diventare nemico dei molossi. Soprattutto se arriveranno davvero quei giocatori di categoria sì superiore, ma un po’ avanti con l’età di cui si rumoreggia in queste ore. È noto che, quando l’anagrafe comincia a diventare impietosa, serve un po’ di tempo in più per riprendere la forma ottimale.

In settimana, la LND dovrebbe decidere anche la composizione dei gironi. Tutto sarà subordinato alle decisioni sul caso di combine che vede coinvolte il Bitonto e il Picerno, con le due squadre che potrebbero essere retrocesse d’ufficio in Serie D. La dirigenza rossonera spera in una, complicata, ammissione nel girone laziale-sardo. Ma questo raggruppamento appare già numericamente affollato dalle compagini “aventi diritto”. È più probabile che, per i noti principi di alternanza, la Nocerina torni a essere inserita nel girone siculo-calabro. Ma il puzzle dovrà fare i conti con le possibili restrizioni in chiave reviviscenza del COVID-19. La Lega potrebbe anche optare per gironi geograficamente più contenuti, in modo da limitare la lunghezza di alcune trasferte.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it