dalla Società

GLI EX SQUITIERI E GALDI determinati: “Ottimo ricordo di Nocera, ma domani vogliamo i tre punti”

Battesimo di fuoco per la Palmese del tecnico Soviero che, reduce dal buon pari conquistato alla prima uscita contro il San Vito Positano, si appresta ad esordire tra le mura amiche ospitando il quotato Città di Nocera. Tra gli ex molossi di giornata, a serrare le fila palmesi, oltre il duo Iommazzo-Limatola, spiccano anche il venticinquenne Squitieri, per il reparto arretrato, ed il centrocampista Galdi: “Domenica saremo chiamati a mettere il doppio delle forze e restare concentrati per tutti i novanta minuti, cercando di concedere il meno possibile al Città di Nocera – esordisce il difensore classe ’90 – Di fronte ci troveremo una batteria di attaccanti come Marcucci, Carotenuto e Majella, vero e proprio lusso per la categoria, ed anche il minimo errore rischia di esserci fatale”. Gara speciale per il centrale rossonero, protagonista la scorsa stagione con la Nocerina targata Piemonte-Criscuolo: “E’ stata un’esperienza stimolante, sotto ogni punto di vista, entrare in contatto con un ambiente del genere – ammette – Non dimenticherò mai i duemila spettatori a sostenerci alla prima in casa con il San Tommaso, e i millecinquecento di Solofra. Ho ancora la pelle d’oca al solo pensiero”. Che effetto fa presentarsi, ora, da avversario? “Di certo non bello, non sarà facile per me, ma ora gioco per la Palmese ed è quello il mio presente. Spero di fare una buona gara, anche se darà qualche dispiacere – scherza – al mitico Giovanni Oliva, e alla signora Rosaria Pappalardo, a cui vanno i miei più sinceri saluti”.

“E’ una sensazione strana, soprattutto perché a Nocera ho trascorso due stagioni, entrambe sfortunate, ma estremamente importanti (prima volta in C2 nel 2006-07, con annessa retrocessione in Serie D ai play-out col Melfi, la seconda parentesi, invece, lo scorso anno) afferma il mediano Claudio Galdi. “Ora, però, vestirò i panni dell’avversario di turno, e sono motivatissimo a fare bene con la maglia della Palmese”. Sfida nella sfida per il salernitano classe ’86, che si ritroverà ad affrontare anche il suo mentore Pasquale Esposito, con cui ha condiviso le esperienze di Angri e Scafati: “Il mister è un veterano di questa categoria. Uno che sa il fatto suo e sa far giocare le sue squadre. Domani ci attende un compito per nulla semplice. Dopo il buon pari conquistato all’esordio in campionato però abbiamo tanta voglia di iniziare questo torneo con il piede giusto anche tra le mura amiche e ce la  giocheremo a viso aperto”.

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it

Back to top button