Ultime news

CITTA’ DI NOCERA inarrestabile, pokerissimo al San Tommaso

ASD CITTA’ DI NOCERA 1910 – SAN TOMMASO 5-0

RETI: 11’ pt e 19’ pt (R) Carotenuto (CN), 25’ pt Marcucci (CN), 6’ st Di Pietro (CN), 45’ st De Liguori (R)

ASD CITTA DI NOCERA 1910 (4-4-2): Amabile, Del Gaudio, Cuomo (K) (dal 13’ st Criscuolo), Cacace, Fonzino; Santoro, De Liguori, Di Pietro, Scibilia (dal 33’ st Lettieri); Carotenuto (dal 14’ st Iuliano), Marcucci. A disp. Sorriso, Majella, Vitolo, Mozzillo, Lettieri All. F. Scotto

SAN TOMMASO (4-2-3-1): Formisano, Tornatore, Giannino (K), Porcaro, Pasquale (dal 1’ st Zimbardi); Di Maio, Tucci; Saveriano (dal 33’ st Floreale), Ripoli, Florese; Zinocchi (dal 9’ st Colella) A disp. Rizzo, De Nardo, Di Paola, Di Gianni. All. M. Silvestro

ARBITRO: Sig. Mauro di Agropoli (Ass.: Portella, Marchese)

Ammoniti: Cuomo (CN), Giannino (ST), Porcaro (ST), Tornatore (ST), Florese (ST), Formisano (ST)

Angoli: 2-1

Recupero: 1’ pt – 4’ st

Note: Giornata nuvolosa, terreno di gioco in discrete condizioni nonostante i recenti nubifragi. Spettatori 800 circa. Espulso al 45’ st il tecnico del San Tommaso Silvestro per proteste.

NOCERA INFERIORE. Il Città di Nocera c’è e fa sentire la sua voce alle primatiste FC Sorrento e US Scafatese, vittoriose negli anticipi di sabato, liquidando a domicilio, per cinque reti a zero, il San Tommaso, e riacciuffando, così,  il primato.

I padroni di casa scendono in campo con il piglio giusto e tanta grinta, pochi i cambi operati in avvio dal tecnico in seconda Scotto che sostituisce in panca lo squalificato Esposito, debutta dal primo minuto De Liguori che rimpiazza Lordi, mentre Carotenuto, ristabilitosi dai problemi alla schiena, fa rifiatare Majella.

Confermata anche contro il San Tommaso la regola che vede i molossi andare in vantaggio entro i primi dieci minuti di gioco, ed in effetti, al primo vero affondo i nocerini passano con Carotenuto: il numero dieci rossonero servito a centro area da Scibilia calcia a rete ma trova un attento Formisano a respingergli la conclusione, la palla finisce nuovamente all’attaccante molosso che, sulla ribattuta, uccella l’estremo difensore irpino. Pochi minuti e il Città di Nocera trova il raddoppio: è lesto Fonzino al 18’ a procurarsi un calcio di rigore, il terzino molosso si invola sull’out sinistro ed appena entrato in area viene placcato da Tornatore. Sul dischetto si posiziona Carotenuto che spiazza il portiere ospite per il raddoppio. Non sbagliano un colpo i rossoneri di Scotto, ed al 25’ realizzano il terzo gol: errore in uscita bassa di Formisano che si lascia sfuggire la sfera, Scibilia si fionda sulla palla e conclude a rete ma Giannino ribatte sulla linea, sulla successiva ribattuta Marcucci insacca. Città di Nocera mai domo ed al 30’, i rossoneri vanno vicino al poker con Scibilia che dopo uno splendido uno-due con Carotenuto calcia di poco alto sulla traversa. Ancora rinviato l’appuntamento con il gol per Scibilia che al 44’ servito in profondità da Di Pietro brucia Tornatore, ed entra in aria ma la conclusione lambisce la traversa. Senza ulteriori sussulti gli ultimi minuti del primo tempo.

Seconda frazione che inizia sulla stessa falsariga della prima. Nemmeno il tempo di battere palla al centro, che i molossi calano il poker: su azione d’angolo battuto da Carotenuto, la sfera finisce a Cuomo che prolunga per Di Pietro che piazza il tap-in vincente. Silvestro gioca la carta Colella al posto di uno spento Zinocchi. Non tarda la risposta dalla panchina rossonera con Scotto che inserisce Criscuolo e Iuliano, al posto, rispettivamente, di Cuomo e Carotenuto. I cambi non sortiscono, però, gli effetti sperati per gli irpini, che non riescono ad offendere e subiscono il gioco palla a terra dei molossi. Al 27’ è ancora Scibilia a provare la conclusione dai venti metri, ma ancora una volta pecca in precisione. Girandola di sostituzioni al 33’: Saveriano fa spazio a Floreale, per gli ospiti, mentre il Città di Nocera richiama in panca Scibilia in virtù di Lettieri. Arriva al 42’ la prima timida azione del San Tommaso: cross dall’out destro di Colella, al centro Tucci spizza di testa altro sopra la traversa. Sul capovolgimento di fronte sono, tuttavia, i rossoneri a pungere: fallo ingenuo della difesa irpina ai danni di Lettieri ed ancora un tiro dal dischetto assegnato dal direttore di gara. Si incarica della battuta De Liguori che spiazza Formisano. Finisce in accademia per i molossi che fanno trascorrere i minuti finali deliziando il pubblico con tocchi di prima.

Fabio Vicidomini, ForzaNocerina.it

Back to top button