Ultime news

NOCERINA, gli obiettivi diventano ambiziosi”

La società rossonera ha appena comunicato agli organi di stampa che:

“A partire da domani 16 febbraio, quindi nel rispetto di impegni già presi la scorsa settimana con emittenti nazionali per la giornata di oggi, la scrivente società comunica che tutti i tesserati, a tempo indeterminato, non rilasceranno dichiarazioni e/o interviste agli organi di informazione. Nessun intento di penalizzare le testate giornalistiche, che correttamente seguono le vicende rossonere, ma decisione presa dalla proprietà per concentrarsi tutti assieme solo ed esclusivamente sulle vicende calcistiche, in previsione di un impegnativo e fondamentale, per gli obiettivi ambiziosi da centrare, primo tratto del girone di ritorno del campionato in corso”.

Durante la conferenza stampa di presentazione, l’allenatore dei molossi, Giovanni Cavallaro, a precisa domanda, rispose che la dirigenza aveva allestito una squadra per stare nella parte sinistra della classifica. Questa affermazione è stata ampiamente rispettata da una squadra che ha dimostrato di avere le carte in regola non solo per salvarsi, ma per centrare le primissime posizioni della graduatoria.
Adesso apprendiamo con piacere che, a un girone dal termine del campionato, il presidente ha rivisto i propri piani verso “obiettivi ambiziosi”. Paradossale che, lanciata questa pietra esaltante, la società stia nascondendo la mano, impedendo ai giornalisti di chiedere quali saranno mai questi obiettivi ambiziosi?
Tuttavia, con la disputa dei play off ancora in dubbio a causa delle vicende legate alla pandemia, parlare di ambizione in una piazza come Nocera significa puntare a vincere il campionato. Del resto, gli arrivi di un giovane interessante come Sorgente e di un elemento di categoria superiore come Sandomenico, sono segnali inequivocabili della volontà di miglioramento di una rosa già ampiamente competitiva.
Guardando un po’ il calendario, se è vero che i molossi hanno faticato contro le prime della classe (sconfitte con Savoia, Monterosi, Muravera, Vis Artena e pareggio col Latina) è anche vero che, salvo la Vis Artena, tutte queste squadre dovranno giocarsela contro i rossoneri ad Angri (sic), città che dovrebbe essere ufficializzata a breve come sede delle gare rossonere fino al termine della stagione.
Insomma, il calendario arride ai rossoneri che, con un pizzico di fortuna in più e qualche palo in meno, potrebbero davvero dire la loro in merito alla vittoria finale, come pare voglia la società.

Francesco Belsito, ForzaNocerina.it

Back to top button