UN GIRONE DOPO: il Locri di mister Pellicori

UN GIRONE DOPO: il Locri di mister Pellicori

Il 2018 è stato un anno importante per il neopromosso Locri, che ha dimostrato di poter calcare i campi di Serie D senza alcun timore e con tanta voglia di vincere e di migliorarsi. A testimonianza di ciò c’è il sorprendente avvio in campionato, vanificato però da una crisi di risultati che, nel mese di dicembre, ha condannato all’esonero l’allenatore Umberto Scorrano. Al suo posto è arrivato Alessandro Pellicori, ex bomber del Torino che ha il compito di allontanare i calabresi dalla zona play-out il prima possibile. Innanzitutto, per poterci riuscire, il tecnico degli amaranto deve iniziare il 2019 col piede giusto, battendo tra le mura amiche la mai paga Nocerina di Gerardo Viscido.

LA SQUADRA. Mister Pellicori può contare su una rosa competitiva che, rispetto al girone d’andata, ha subito poche variazioni. Tra i pali gioca il classe ’99 Matteo Pellegrino, che guida la difesa a tre composta da Gianluca Galullo, Davide Varricchio e da Pietro Baccilieri. A centrocampo, i due mediani sono il neo arrivato Michele Siano e Giovanni Libri. Sulle fasce, invece, giocano Vincenzo Foti (’00) e il ’98 Cosimo Pagano. In attacco, Matteo Carbone e Giuseppe De Marco hanno il compito di supportare la punta centrale Simone Caruso. Il calciomercato di riparazione ha portato in dote al tecnico amaranto tre rinforzi: Alfredo Trombino, attaccante, classe ’97, da poco svincolato dal Rotonda,  Liberato Russo, difensore centrale, classe ’92, proveniente dal Sorrento e
Danilo Amato, centrocampista centrale, classe ’99, che ha iniziato la stagione nella Vis Artena.

I PRECEDENTI. Nella sua storia, la Nocerina ha reso visita al Locri solamente tre volte, senza mai riuscire a portare a casa un risultato positivo. Infatti, nei campionati di Serie D 1962/63, 1964/65 e 1965/66, l’allora Juve Locri rifiló ai rossoneri ben tre sconfitte.

Domenico Pessolano, ForzaNocerina.it