Ultime news

Pastore: «Dopo Petrilli, l’attaccante»

Chi si aspettava la classica “bomba di mercato” il colpo a sorpresa dell’ultima ora, probabilmente rimarrà deluso ma il ds rossonero Ivano Pastrore è tipo pratico, senza fronzoli, un po’ come quando da difensore c’era da intervenire sull’attaccante di turno: “Gli unici vuoti che dovevamo colmare -conferma il ds – erano quelli dell’esterno a sinistra che potesse all’occorrenza sostituire Bolzan e credo che Petrilli, per il quale a breve sarà formalizzato l’ingaggio, pur essendo un esterno d’attacco, ha grossa corsa e resistenza che gli consentiranno anche di poter giocare qualche metro più indietro qual’ora vi fosse la necessità, e poi l’attaccante che potesse dare quel qualcosa in più. Acquisti che non erano in preventivo all’inizio ma, vista la piega che ha preso il nostro campionato, è giusto a questo punto non lasciare nulla al caso”.

L’attaccante senza dubbio è quello che sta maggiormente catalizzato l’attenzione dei tifosi in questi giorni. Oltre a Ripa, che resta il principale oggetto del desiderio rossonero, le voci che vorrebbero la Nocerina vicina a Marotta piuttosto che ad  Immobile e Danti si sono sprecate: “Sono tutti calciatori importanti – continua Pastore – se si dovesse valutare l’età e il contributo che possono offrire alla squadra non solo in questo momento ma soprattutto in chiave futura dico Marotta e Ripa. Stiamo parlando però di due calciatori già sotto contratto con altre squadre. Marotta è in prestito dal Bari alla Lucchese mentre la situazione di Ripa è ancora più ingarbugliata. La Nocerina ha sondato la volontà del calciatore che si era detto molto entusiasta di vestire la nostra maglia, purtroppo però al momento alla Pro Patria regna il caos totale e quindi non possiamo fare altro che rimanere alla finestra e attendere un interlocutore con cui discutere dell’eventuale ingaggio”.

In attesa di sviluppi, si spera positivi, i molossi si godono il primato in classifica e Ivano Pastore i meriti di aver costruito, pur essendo alla primissima esperienza come direttore sportivo, una macchina perfetta che sta dominando in lungo e in largo il girone B di Prima Divisione. Un 2010 sicuramente da ricordare: “Credo che il sogno più bello sia quello che ancora si deve realizzare, ma se dovessi descrivere quest’anno non potrei che farlo in modo positivo. Ho avuto la possibilità dalla famiglia Citarella di lavorare per una società seria oltre che solida economicamente e cerco di ricambiare giorno dopo giorno offrendo il mio contributo. Sono felice che fino ad oggi le cose siano andate bene e ovviamente giro questi complimenti a tutto lo staff a partire dal presidente passando per Bruno Iovino per finire al mister. I risultati ottenuti sono frutto della collaborazione di tutte queste componenti”.


www.nocerinachannel.it – intervista Ivano Pastore

 

Carmine Apicella, ForzaNocerina.it

Back to top button